Benvenute piccole balilla

Pubblicità

Di

A Bollate, in provincia di Milano, si è tenuto un grazioso battesimo fascista. Due gemelline, per fortuna non abbigliate in orbace, hanno sancito il loro avvento nella pietosa comunità cristiana e nel gremio politico nerovestito.

A denunciare il fatto l’associazione dei Sentinelli di Milano, che è venuta in possesso di un video dove un gruppo di giovani tengono sollevato uno striscione, scritto all’uopo per il battesimo delle due bimbe che cita: “Auguroni piccole balilla”, con un richiamo ovvio all’intruppamento dei giovani fascisti nel ventennio mussoliniano. A parte il fatto che le femmine erano iscritte alle giovani italiane e non ai balilla, che erano prerogativa maschile, la cosa fa riflettere. Leggiamo dal sito di repubblica la genesi dei fatti:

“La cerimonia in chiesa si è svolta regolarmente, non c’è stato il sentore di alcun problema – racconta il sacerdote – Il tutto è avvenuto fuori. Non appena sono stato avvertito, ho fatto una segnalazione al sindaco e al vicario episcopale”. Da due giorni quindi in Comune si sta lavorando per cercare di ricostruire la vicenda: “Il primo passo è stato quello di appurare che Balilla non fosse in effetti il cognome della bambina e ora sappiamo per certo che non lo è – spiega Vassallo – A questo punto mi sono confrontato con il comandante della Polizia locale e abbiamo deciso di convocare i genitori della bimba per sentire la loro versione dei fatti”.

A chi, ancora oggi si chiede, perché condannare il fascismo e il nazismo e non il comunismo la risposta è semplice. A essere condannata è l’idea alla base dell’ideologia. Se il fascismo e il nazismo si basano sulla supremazia razziale e sull’eliminazione fisica delle minoranze etniche invise, il comunismo idealizza una società di uguali dove ognuno (citando Marx) da in base alle sue capacità e riceve in base ai suoi bisogni.

Poi liberissimi di condannare lo stalinismo come il fascismo, ma quest’ultimo e la sua apologia rimangono reato in Italia come anche la glorificazione del nazismo.

Ma soprattutto rimane la tristezza di vedere una famiglia che, nemmeno in un momento di raccoglimento spirituale come dovrebbe essere la comunione per un credente, riesce a rinunciare ad un’aberrante ideologia politica.

L’entrata di due bambine nel gremio di un consesso religioso che predica la pace, dovrebbe perlomeno far riflettere dei genitori che, accecati dall’ideologia, se ne impippano allegramente e trasformano un battesimo in un comizio politico fascista.

Se tanto mi da tanto, al pranzo di battesimo, la torta era ricoperta di liquirizia con un bel fascio littorio a fungere da candelina.

Mascellone è morto da più di 70 anni, ma gli strascichi delle sue idee malate fanno vittime ancora oggi. in questo caso, due neonate inconsapevoli che sono state battezzate all’ombra della lupa, piuttosto che sotto la pietosa mano del Cristo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!