Cassis: “A Bucha immagini devastanti”

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇷🇺 🇺🇦 Invasione russa in Ucraina. Le immagini scioccanti di corpi di civili nelle strade di Bucha, vicino a Kiev, continuano a provocare la condanna internazionale della Russia.

Il presidente degli Stati Uniti Biden definisce Vladimir Putin un criminale di guerra e dice che dovrebbe affrontare un processo. Biden afferma anche che sta anche valutando più sanzioni contro la Russia per le atrocità, che Mosca continua a negare, senza fornire prove. Mosca parla di filmati costruiti ad arte.

In diversi siti di disinformazione sono apparsi filmati secondo i quali i cadaveri mostrati per strada si “muoverebbero” dopo il passaggio della telecamera. Una versione falsa, come dimostrano molte analisi indipendenti. Le foto satellitari di Bucha diffuse dal New York Times dimostrano che i cadaveri nelle strade erano presenti nei giorni in cui i russi occupavano la città. 

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è andato in visita a Bucha e ha accusato le forze russe di genocidio.

Ha detto anche che i colloqui di pace continueranno, nonostante le accuse contro Mosca. 

La Germania, che si basa pesantemente sul gas russo, dice che sta “lavorando verso” un embargo sull’energia russa, ma non agirà immediatamente. Su eventuali nuove sanzioni europee contro il settore energetico russo, si è espresso il commissario europeo all’economia, Paolo Gentiloni. “Nulla è fuori discussione e penso che questo sia più vero ora che mai”, ha detto prima di un incontro con i ministri delle finanze della zona euro. La prospettiva di un blocco del  gas russo divide comunque i paesi europei tra quelli che ne sono fortemente dipendenti (Germania e Italia in primo luogo) e quelli meno legati alle forniture russe.  

🇨🇭 🇷🇺 Il ministro degli esteri svizzero Ignazio Cassis ha definito in un’intervista alla RSI quelle di Bucha  “immagini devastanti, che entrano direttamente sotto la pelle, nel cuore e che ci scioccano, evidentemente.” Ciononostante, ha aggiunto, la diplomazia deve mantenere la mente ferma e accertare i fatti, prima di usare parole che potrebbero anche avere pesanti ripercussioni. Sulla partecipazione della Svizzera alle sanzioni, Cassis ha detto: “La Svizzera ha fatto propri tutti i pacchetti delle sanzioni dell’Unione Europea, finora in modo completo, convinta che le sanzioni abbiano un senso se sono l’espressione di una comunità molto vasta, altrimenti il loro impatto non esiste o è molto debole. La Svizzera è pronta ad assumere nuove sanzioni nella misura in cui tutta la comunità europea si muoverà in questo senso.”

🌏 Gli scienziati dell’ONU hanno presentato un piano che ritengono possa limitare le cause profonde del pericoloso cambiamento climatico. Un organo chiave delle Nazioni Unite dice in un rapporto che ci devono essere tagli “rapidi, profondi e immediati” nelle emissioni di anidride carbonica (CO2). Le emissioni globali di CO2 dovrebbero raggiungere il picco entro tre anni per evitare gli impatti peggiori. Il rapporto afferma che , anche se tutte le politiche per tagliare il carbonio che i governi hanno messo in atto entro la fine del 2020 fossero pienamente attuate, il mondo si riscalderà ancora di 3,2 C in questo secolo. La buona notizia è che quest’ultima sintesi del gruppo di scienziati dell’ONU mostra che si può agire, in quello che il segretario generale Guterres chiama un “modo fattibile e finanziariamente solido”. Ma mantenere le temperature basse richiederà massicci cambiamenti nella produzione di energia, nell’industria, nei trasporti, nei nostri modelli di consumo e nel modo in cui trattiamo la natura. 

🇨🇭 La Chiesa cattolica svizzera avvia un progetto per affrontare un capitolo buio della sua storia: un gruppo di ricercatori avvierà un’inchiesta scientifica sugli abusi sessuali, avendo accesso agli archivi episcopali segreti. Per la prima volta le tre istituzioni più importanti della Chiesa cattolica Svizzera (Conferenza dei vescovi svizzeri, Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera, Conferenza delle unioni dei religiosi e degli istituti secolari) si esprimono unitamente sugli abusi, riconoscendo che “molti casi sono stati nascosti e le vittime ignorate”. Sei ricercatori, per un anno, dovranno valutare le condizioni per uno studio storico sugli abusi sessuali nella Chiesa dalla metà del XX secolo e gettare le basi per ulteriori ricerche. Il lavoro prenderà il via all’inizio di maggio e i risultati saranno pubblicati nell’autunno del 2023.

🇷🇼 Una corte d’appello in Ruanda ha confermato la condanna a 25 anni di prigione di Paul Rusesabagina, dichiarandolo colpevole delle accuse di terrorismo. Rusesanagina è stato protagonista 

del film di Hollywood sul genocidio ruandese, Hotel Rwanda.

L’accusa aveva chiesto che la sua pena fosse aumentata all’ergastolo, ma questo è stato respinto. Il tribunale ha invece ridotto da 20 a 15 anni la pena di Callixte Nsabimana, conosciuto come “Sankara”, l’ex portavoce del gruppo ribelle FLN legato a Rusesabagina. La corte ha ritenuto i due colpevoli di attacchi mortali condotti dal gruppo ribelle nel sud-ovest del Ruanda nel 2019. La corte d’appello ha anche confermato le condanne di altri 19 coaccusati, per lo più ex membri del Fronte di Liberazione Nazionale.

🇺🇸 USA. La polizia ha arrestato un sospetto in relazione all sparatoria nel centro di Sacramento, capitale della California, che ha provocato sei morti. Dandre Martin, 26 anni, è stato accusato di aggressione e possesso illegale di armi da fuoco, ha detto la polizia. Si ritiene che più persone abbiano aperto il fuoco nella trafficata zona del centro. La polizia dice che tutte e sei le vittime sono morte sul posto, quando tiratori hanno aperto il fuoco. Altre dodici persone sono state ferite nella sparatoria e portate negli ospedali locali. Sette sono state dimesse.  

🏒 Hockey su ghiaccio. Lo Zurigo è in semifinale dei playoff. Ha eliminato il Bienne, vincendo gara sette per 3-1. Dovranno invece giocare la settima e decisiva partita Davos e Rapperswil. I grigionesi hanno vinto ieri sera per 7-3.

⚽️ Calcio. Campionato italiano. Verona-Genoa 1-0, Milan-Bologna 0-0.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!