Usi: Boas Erez lascia il suo ruolo di rettore

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇷🇺 🇺🇦 Invasione russa dell’Ucraina. Un corridoio umanitario potrebbe essere concordato per permettere ai civili di Mariupol di lasciare la città distrutta sabato, secondo il vice primo ministro ucraino Iryna Vereshchuk. Su Telegram, ha detto che c’è una “possibilità” che i civili possano riunirsi per la partenza in mattinata fuori da un centro commerciale nel nord-ovest della città.

Il presidente dell’Ucraina Zelensky sostiene che Mosca ha l’ambizione di invadere altri paesi.  “Siamo i primi della fila. E chi verrà dopo?”, ha detto Zelensky nel suo consueto discorso notturno. Una dichiarazione che arriva dopo che un alto comandante russo citato dai media dello stato, ha affermato che Mosca cercherebbe di prendere l’Ucraina del sud prima dell’apertura del percorso verso una regione della Moldavia.

La Moldavia ha convocato l’ambasciatore russo ed ha espresso “profonda preoccupazione”.

Il segretario generale dell’ONU António Guterres incontrerà Vladimir Putin a Mosca martedì e Zelensky a Kiev nel corso della settimana.

I media statali russi sostengono che “specialisti di sabotaggio” dal Regno Unito stanno aiutando l’esercito ucraino nella regione occidentale di Leopoli. Secondo l’agenzia di stampa Ria Novosti, almeno due gruppi – o circa 20 persone in totale – del SAS sono stati schierati.

La stessa agenzia di stampa ha pubblicato la notizia secondo la quale un marinaio è morto e altri 27 sono dispersi dopo che la nave da guerra russa Moskva è affondata in un incidente 

 la scorsa settimana. 

Salta l’incontro tra Papa Francesso e il Patriarca Kirill. I rapporti col patriarca di Mosca sono “molto buoni”, ma “mi rammarico che il Vaticano abbia dovuto sospendere un secondo incontro con il patriarca Kirill, che avevamo programmato per giugno a Gerusalemme. La nostra diplomazia ha capito che un incontro di noi due in questo momento potrebbe creare molta confusione”, aggiunge.

🇨🇭 Colpo di scena all’Università della Svizzera Italiana di Lugano (USI). Il rettore Boas Erez lascia ad inizio maggio. Si tratta, dice il comunicato ufficiale, di un accordo consensuale per “divergenze di vedute sull‘amministrazione dell’università”. Erez continuerà ad operare come docente dell’USI. Alla base del contrasto sembra esserci la riorganizzazione decisa dal consiglio dell’Università con la creazione del ruolo di direttore amministrativo, ma anche l’insofferenza di parte del consiglio per le iniziative del rettore legate alla mediazione con il movimento degli autonomi in relazione alla vicenda dell’ex-macello di Lugano.

🇺🇸 USA. Il parlamento della Florida mette fine dopo 50 anni a un privilegio fiscale per la Disney. Si ratta di una reazione alla decisione della Disney di schierarsi contro una controversa legge sull’insegnamento dell’educazione sessuale e di sospendere i finanziamenti ai politici, non solo repubblicani. Il parlamento della Florida ha dato il via libera al disegno di legge che cancella il regime fiscale speciale in cui Disney governava indipendentemente i propri parchi divertimento. Lo status speciale era stato concesso da una legge nel 1967 e consente alla Disney di autogovernarsi riscuotendo le tasse e fornendo servizi di emergenza. La Disney controlla oltre 10’000 ettari di terreno nell’area di Orlando e il distretto consente all’azienda di costruire nuove strutture e pagare le tasse per tali costruzioni senza l’approvazione di una commissione di pianificazione locale.

🇬🇧 Gran Bretagna. Ci sono sviluppi nell’inchiesta sulla morte della piccola Madelenie Mccan, scomparsa il 3 maggio 2007, quando aveva solo 3 anni, a Praia da Luz, in Portogallo, mentre era in vacanza con i genitori. Le autorità portoghesi hanno formalmente incriminato un uomo di 44 anni, tedesco, principale sospettato del suo omicidio.  Era il 3 maggio 2007, quando i genitori tornarono nel loro appartamento dal ristorante a lato della camera, Maddie non c’era più. Non è mai stata ritrovata. Nel 2020 le autorità tedesche affermarono di avere prove dell’omicidio da parte di un pedofilo tedesco recidivo, Christian Brueckner, 44 anni, già detenuto per altri reati di pedofilia e violenza sessuale. 

All’epoca della scomparsa lavova presso la struttura portoghese.

L’uomo è stato ora incriminato per la scomparsa e l’omicidio di Maddie.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!