Botte da orbi al processo dei motociclisti

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇷🇺 🇺🇦 Invasione russa in Ucraina. L’Unione Europea trova un compromesso sul blocco del petrolio russo, l’embargo coprirà più di due terzi delle importazioni da Mosca. La misura sarà attuata entro la fine dell’anno. Il taglio “eliminerà un’enorme fonte di finanziamento per la macchina da guerra russa” ed eserciterà “la massima pressione” su Mosca per porre fine alla guerra in Ucraina, ha dichiarato il presidente della Commissione Europea Michel.

L’ embargo varrà per il petrolio trasportato via nave (due terzi degli acquisti), ci sarà un’esenzione temporanea per quello trasportato attraverso oleodotti,arrivando poi al 90 per cento delle forniture. Un compromesso per ottenere il sì dell’Ungheria, fortemente dipendente dal petrolio russo, in particolare da quello fornito attraverso l’oleodotto Druzhba. Il nuovo pacchetto di sanzioni comprende anche un’estensione della lista nera dell’UE a 60 persone, tra cui il capo della Chiesa ortodossa russa, il Patriarca Kirill. Il piano prevede pure l’esclusione di tre banche russe dal sistema finanziario internazionale Swift, tra cui Sberbank, la più grande banca russa.

Joe Biden ha frenato sulla fornitura di missili a lungo a gittata all’Ucraina. «Non manderemo all’Ucraina sistemi missilistici che possano colpire il territorio russo», ha detto. Biden non ha bocciato del tutto l’invio dei missili: ha solo voluto precisare che saranno esclusi i missili più potenti, quelli con una gittata fino a 300 chilometri. Sarebbe, invece, confermato l’invio di versioni con un raggio di azione fino a 70 chilometri. 

Per la prima volta l’esercito russo è riuscito ad entrare nella città di 

Severodonetsk, nel Donbass. Se la città cadesse, Mosca controllerebbe l’intero oblast (dipartimento) di Lugansk, che costituisce il Donbass insieme a quello di Donetsk, già in parte controllato dalle milizie filorusse dal 2014.

L’esercito ucraino sembra riguadagnare terreno a sud, soprattutto nella regione intorno a Kherson, non lontano dalla Crimea, città presa dai russi all’inizio dell’invasione.

Un giornalista francese di 32 anni è morto nella regione del Lugansk. Era un freelance e lavorava all’emittente televisiva di informazione BFMTV. Si trovava all’interno di un’automobile blindata a Severodonetsk quando schegge di una granata sparata dalle forze armate russe hanno perforato la corazza del veicolo.

🇨🇭 La Svizzera deve poter acquistare vaccini contro il Covid-19 anche nel 2023. Il Consiglio nazionale ha approvato la prima aggiunta di 2,7 miliardi di franch al preventivo 2022 proposta dal Governo. I crediti supplementari più consistenti sono ancora destinati alla lotta al coronavirus. Il Nazionale ha anche detto sì al rinnovato contributo della Confederazione all’assicurazione contro la disoccupazione di 2 miliardi di franchi.

🇮🇹 🦠 Dal 1 giugno (domani) non ci vorrà più il green pass per entrare in Italia. Con la diminuzione di contagi e ospedalizzazioni, la maggior parte delle norme introdotte per frenare la diffusione del coronavirus sono state progressivamente abrogate. Resta ancora in vigore l’obbligo di indossare la mascherina sui trasporti pubblici e in alcuni luoghi al chiuso, come cinema e teatri, che dovrebbe essere revocato il 15 giugno. Le mascherine 

resteranno obbligatorie nelle scuole e agli esami di terza media e maturità.

🇨🇭 Berna. Scontri tra gruppi rivali di motociclisti in concomitanza con l’apertura del processo contro 22 membri delle bande che nel 2019 si erano affrontate con un pesante bilancio di feriti. La polizia ha presidiato il tribunale e diviso le bande dei Bandidos e degli Hells Angels, che però hanno aggirato lo schieramento di sicurezza. La polizia è intervenuta con gas lacrimogeni e pallottole di gomma per frenare lo scontro. 

I 22 imputati nel processo devono rispondere di risse e due di loro anche di tentato omicidio e lesioni gravi. Secondo la procura del canton Berna, la rissa tra motociclisti era scoppiata dopo che i Bandidos, all’epoca non presenti ufficialmente in Svizzera, avevano voluto aprire una sede a Belp, progetto che Hells Angels e Broncos avevano vissuto come una provocazione.

🇫🇷 Francia. Un uomo travestito da donna anziana seduto su una sedia a rotelle ha lanciato una torta contro la Gioconda, il famoso quadro di Leonardo da Vinci al Louvre di Parigi. Il dipinto non ha subito danni grazie al vetro protettivo, istallato fin dagli anni cinquanta. L’autore del gesto, che indossava una parrucca, ha esortato le persone presenti alla scena a “pensare alla Terra” mentre veniva portato via. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!