La Svizzera entra nel Consiglio di sicurezza dell’ONU

Pubblicità

Di

#permattinieri 🇨🇭🇺🇳 La Svizzera ottiene un seggio non permanente del consiglio di sicurezza dell’ONU con 187 voti su 190.  La Svizzera, che ha presentato la candidatura nel 2011, era in corsa per uno dei due seggi rimasti vacanti nel Consiglio per il il gruppo regionale dell’Europa occidentale. Per l’altro seggio del gruppo si era candidata Malta, designata oggi con 185 voti. Il mandato è biennale. Dall’adesione della Svizzera all’ONU, nel 2002, nessun Paese appartenente a questo gruppo è stato eletto con un risultato migliore di quello della Svizzera. “Siamo onorati di questa elezione. Adempiremo il mandato con rispetto e siamo pronti ad impegnarci in modo costruttivo e ad assumerci le nostre responsabilità all’interno del Consiglio di sicurezza”, ha dichiarato il ministro degli esteri e presidente della Confederazione Ignazio Cassis. Il segretario generale dell’ONU Antonio Guterres ha salutato la designazione della Svizzera, parlando di “una nuova prova d’impegno a favore della pace e della sicurezza mondiali”. 

🇷🇺 🇺🇦 Invasione russa dell’Ucraina. Un tribunale della repubblica separatista di Donetsk, nell’est dell’Ucraina, ha condannato a morte due cittadini britannici e uno marocchino, fatti prigionieri mentre combattevano contro l’esercito russo.

Il tribunale ha giudicato i tre uomini – i britannici Aiden Aslin e Shaun Pinner e il marocchino Brahim Saadoun – colpevoli di “aver agito come mercenari e di aver commesso azioni per 

rovesciare l’ordine costituzionale” della repubblica separatista.

Il portavoce del premier britannico Boris Johnson ha affermato che, secondo le convenzioni di Ginevra, i prigionieri di guerra hanno diritto all’immunità, mentre la segretaria di Stato per gli affari esteri, Liz Truss, ha parlato di “sentenza priva di qualunque legittimità”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze ucraine stanno «tenendo duro» nella città orientale di Severodonetsk, dove sono in corso intense battaglie con le truppe russe che potrebbero determinare il destino della regione del Donbass. Secondo il presidente ucraino, «diverse città del Donbass, che gli occupanti ora considerano obiettivi chiave, stanno resistendo».

«L’operazione speciale si sta sviluppando secondo i piani militari inizialmente previsti», ha detto il rappresentante permanente di Mosca presso l’Onu, Vasily Nebenzya.

È in calo l’afflusso di rifugiati ucraini in Svizzera: si registrano dalle 1’000 alle 1’400 domande a settimana. Tra marzo e aprile erano invece un migliaio al giorno. Il numero di richiedenti l’asilo è comunque ancora quattro volte superiore a quello dei tempi normali.

🇨🇭 Il Consiglio federale non solo deve poter estendere autonomamente sanzioni internazionali, ma anche decretarne di proprie. Oggi la Svizzera  può solo riprendere quanto già stabilito da ONU, UE o OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa). Lo ha stabilito il Consiglio Nazionale  con 136 voti a 53. L’idea di sanzioni autonome sostenuta dalla sinistra era stata respinta lo scorso anno dal Consiglio degli Stati. Nel frattempo il cambiamento di posizione dell’Alleanza del centro ha mutato gli equilibri. Le sanzioni potranno colpire persone o entità, come le imprese, e dovranno essere motivate dal mancato rispetto dei diritti umani o da gravi violazioni di norme del diritto internazionale. Il tema verrà ora trattato dal Consiglio degli Stati.

🇨🇭 I prezzi delle analisi di laboratorio caleranno del 10% a partire dal 1° agosto. Lo ha comunicato l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). La diminuzione durerà fino a quando il Dipartimento federale dell’interno avrà verificato e adattato gli importi concernenti tutte le analisi. Il provvedimento dovrebbe consentire risparmi annui di 140 milioni di franchi. La revisione della tariffa legata ai test sulla determinazione del livello di vitamina D permetterà inoltre di risparmiare circa 30 milioni di franchi all’anno.

🇪🇺 La Banca Centrale Europea annuncia per luglio il primo rialzo dei tassi di interesse da 11 anni. E in settembre ne prevede un secondo. La quantità di questo aumento dei tassi dipenderà dalle prospettive aggiornate sull’inflazione a medio termine. “Oltre settembre, sulla base della nostra valutazione attuale, prevediamo che sarà appropriato un percorso graduale, ma sostenuto, di ulteriori aumenti dei tassi di interesse”, ha spiegato la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde. Da luglio ci sarà anche lo stop del Quantitative easing, ovvero l’acquisto di titoli di Stato o altre  obbligazioni. In questo modo la Banca Centrale fornisce liquidità al sistema quando i prestiti concessi a famiglie e imprese calano per numero e consistenza. Il pericolo di una continuazione di questo meccanismo è l’aumento dell’inflazione, attualmente in preoccupante crescita. 

🇺🇸 USA. L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha orchestrato la rivolta del Campidoglio dello scorso anno in un “tentativo di colpo di stato”, ha concluso un’inchiesta del Congresso, che ha aperto un’udienza, trasmessa in prima serata. 

Questa conclusione non avrà conseguenze giuridiche immediate, a meno che il Dipartimento di Giustizia, che sta conducendo un’indagine parallela, non decida di incriminare direttamente Trump. I sostenitori di Trump hanno preso d’assalto il Congresso il 6 gennaio 2021 mentre il parlamento si riuniva per certificare la vittoria elettorale di Joe Biden. Dopo quasi un anno di indagini, il comitato ristretto della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, guidato dai Democratici, ha ripercorso i fatti di quel giorno. 

Trump ha liquidato l’inchiesta come una “costruzione politica”. Thompson, presidente della commissione e parlamentare del Mississippi, ha dichiarato: “Il 6 gennaio è stato il culmine di un tentativo di colpo di Stato, un tentativo sfacciato di rovesciare il governo.” Quattro persone sono morte il giorno della rivolta al Campidoglio: una donna disarmata uccisa dalla polizia e gli altri per cause naturali. Più di 100 agenti di polizia sono rimasti feriti. 

🇨🇭 Secondo giorno del processo a Blatter (ex-presidente della FIFA) e Michel Platini (ex-presidente dell’UEFA) per il versamento di due milioni di franchi, ritenuto fraudolento dall’accusa. 

Entrambi gli imputati hanno negato ogni accusa. Blatter (86 anni) ha detto che quel denaro “era dovuto”. Si è trattato di una semplice operazione amministrativa. Blatter ha detto di essere già stato “sufficientemente punito” e già da sette è finito alla gogna anche sulla stampa. Con Platini, ha detto Blatter, venne raggiunto un accordo verbale che prevedeva un compenso di un milione l’anno in veste di consigliere. Il contratto scritto del 1999 prevedeva invece una somma di 300’000 franchi perché la FIFA si trovava in difficoltà finanziarie, “nel 2002 eravamo praticamente in bancarotta”, ha aggiunto Blatter. Anche Platini ha parlato di operazione di normale amministrazione. Solo un anno dopo l’accordo verbale, ha detto Platini, si rese necessaria la firma di un contratto. L’ex-presidente della UEFA ha confermato la versione di Blatter sulle difficoltà finanziare della FIFA in quel momento.

⚽️ Calcio. Nations League. La Svizzera perde la terza partita del girone, battuta a Ginevra dalla Spagna per 1-0. Nell’altra partita del gruppo Portogallo-Cechia 2-0. In classifica Portogallo 7 punti, Spagna 5, Cechia 4, Svizzera 0.  

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!