Quella libreria sulla collina

Pubblicità

Di

Una storia vera che sa di favola. Un’utopia che si trasforma in realtà: chi l’ha detto che le idee «matte» sono destinate a morire? Alba Donati dice no.

Alba Donati è una riconosciuta organizzatrice di eventi culturali legati all’editoria e una poetessa pluripremiata. Lavora a Firenze ed il suo mandato di presidente del gabinetto scientifico Viesseux le ha permesso di vivere un’esperienza unica conoscendo tantissimi autori ed editori. Un po’ di tempo fa, facciamo due anni, appena prima dello scoppio della pandemia, ha realizzato il suo progetto più folle: aprire una libreria in un paesino sperduto sulle Alpi Apuane. In una comunità di 180 anime, sopra La Penna, frazione del piccolo borgo di Lucignana. 

Perché rischiare tanto se non tutto in una simile impresa ? Ce lo racconta lei stessa: «Perché avevo bisogno di respirare, perché ero una bambina infelice, per amore di mio padre, perché il mondo va a scatafascio, perché il lettore non va tradito, perché bisogna pensare ai più piccoli, perché mi sono salvata».

Con simili presupposti, nemmeno troppo lineari ammettiamolo, inizia la sua incredibile scommessa. A passi felpati, tenuto conto delle sensibilità e dei gusti dei lettori, l’impresa si avvia. La libraia è davvero brava e ci mette l’anima: i lettori che bazzicano la libreria se ne accorgono subito. Poi … ecco la mazzata del «tutti i casa» decretato sul suolo nazionale per via del Coronavirus. Una tragedia che però induce ed impone ad un approfondito lavoro sul web. E neanche farlo apposta, è grande successo. Alba Donati ha gusto, empatia, conoscenze ed entusiasmo e nel perseguire il sogno nessuno la può fermare. Lo si evince e desume dalla ciliegina sulla torta, da una sorta di racconto-diario: il libro «La libreria sulla collina», stampato da Einaudi.

A partire dal 20 gennaio 2020 la Donati ci racconta con minuziosa enfasi, ed è da intendersi come merito, la sua vita di libraria (per ogni giorno vengono elencati i titoli venduti, quelli da acquistare, da consigliare, ecc… ), da figlia (la mamma che sta compiendo i 102 anni, il padre improvvisamente tornato da non si sa dove dopo decenni) e da componente portante di una esigua  comunità che sta trasformando l’esistenza in una resistenza, ovviamente aprendosi al resto del mondo ed alla mutabilità dei tempi. L’anima è ovviamente quel filo di follia che alimenta ogni pagina. La narrazione viene poi arricchita da ricordi di autori conosciuti ed altri amatissimi nella lettura, riflessioni, irruzioni di bambini sempre portatori di felicità (ed ai quali occorre dare anche marmellata, cibo reale e non solo quello ideale cartaceo) da contabilità che va fatta e aggiornamento del sito web pure lui necessario. Poi contatti con le case editrici diverse, letture notturne, ordini da mantenere aggiornati.

Una bella storia, una fiaba che mantiene nella purezza ideale (i libri sono parte insostituibile del nostro vivere), il suo fascino maggiore. E ben si comprende come nell’ultima Fiera di Francoforte questo titolo sia stato, fra gli italiani presenti, il più ambito e … acquistato. Il sogno continua. E la libreria sulla collina, sopra La Penna, è oramai sede di pellegrinaggi laici. Ci sono anche fiabe reali che finiscono bene.

«La libreria sulla collina», 2022, di ALBA DONATI, ed. Einaudi 2022, pag. 194 Euro 17.00.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!