Vuol digerire ed esplode

Pubblicità

Di

In questo periodo fare grigliate diventa quasi uno sport nazionale. Ribalde costine, devoti cappelli del prete, sfrontati polli alla diavola e agguerrite costolette tomahawk imperversano su pietre ollari e sbarre roventi per garantire un futuro di grassi saturi e colesterolo vischioso nelle arterie dei volonterosi ticinesi.

Poi a volte si sbraga, si esagera, una costina tira l’altra, e quello spiedino…mmmmh vorrai mica lasciarlo lì! Una coscetta di pollo? Solo una però, magari anche con quel pezzo di salsiccia. E un pezzo di bratwürst e di cervelat? Che grigliata è senza?

E se arriva l’acidità di stomaco?

Via tutte quelle fesserie da signorine che vendono in farmacia, e che sono l’equivalente di un bicchier d’acqua su un incendio boschivo. Chi di voi è un vero ranger della griglia, sa che l’unica cosa che riesce a sopire fetenti bruciori di stomaco e ti permette di dormire sonni tranquilli all’istante è il bicarbonato.

Esatto, quello che si usa per igenizzare la frutta e la verdura e che, aggiunto all’aceto, pulisce anche l’argento. Vuoi che una cosa del genere, che stura i lavandini, non ripulisca anche l’esofago?

Certo bisogna stare attenti a non esagerare, come un tizio nel modenese poco tempo fa, che è finito all’ospedale con l’intestino perforato. Pizza, grigliata, birra e acqua gassata, questo il generoso substrato sul quale, lo sventurato e poco accorto grigliatore emiliano, ha pensato di versare ben due cucchiaini di bicarbonato. 

Lo sapete cosa fa il bicarbonato quando reagisce con certe sostanze? Lo vediamo ben spiegato in questo video.(guarda il video)

È dunque vero che il bicarbonato combatte l’acidità di stomaco, neutralizzando in parte gli acidi gastrici. Però sbatterne due cucchiaini sopra una fornace, come fatto dallo sfortunato modenese, può portare a un repentino rigonfiamento dell’intestino e alla sua perforazione. 

Quando il disgraziato si è recato al pronto soccorso con forti dolori addominali, i medici, in un primo momento, avevano pensato a una pancreatite, e solo in un secondo tempo si sono accorti della perforazione gastrica dovuta all’abuso di bicarbonato, una cosa che poteva costare la vita all’incauto ed epicureo amante delle carni arrostite.

Il 43enne emiliano ha dichiarato di aver avvertito: 

“una sorta di esplosione, una forte pressione a livello dello stomaco, come se ci fosse stata una lacerazione. Ho capito subito che era successo qualcosa di grave”.

E ci credo che era grave, roba da andare in breve all’altro mondo, visto che una diagnosi non tempestiva (come quella invece fatta) può portare alla morte nel 75% dei casi.

Per cui, ragazze e ragazzi, la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio mescolata bene con acqua tiepida è una mano santa per l’acidità di stomaco. 

Mangiarsene cucchiaiate come se fosse nutella no. Lì rischiate di gonfiarvi ed esplodere come una mongolfiera. 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!