Non vergognarti, è l’amore

Pubblicità

Di

Se ti senti un cretino ricrediti. Quando fai pucci mucci con la tua compagna e usi vezzeggiativi come passerotta o topolina sei perfettamente inquadrato nella razza umana. E se parli come un rimbambito facendo la vocina meglio ancora.

Insomma, se siete innamorati e vi comportate come dei deficienti, abbiate comprensione di voi stessi, i vostri tratti infantili sono comuni a tutta l’umanità, indipendentemente da cultura e regione di provenienza.

Queste considerazioni sono frutto di uno studio di Ramesh Kaipa, docente di scienze delle comunicazioni presso la Oklahoma State University. Quel gergo che usate quando pensate che non vi senta nessuno, si chiama baby talk e imita la parlata che utilizziamo solitamente quando ci rivolgiamo ai bimbi. (guarda il video)

Alziamo in acuto il tono della voce e ci rivolgiamo al bambino con vezzeggiativi che solitamente piacciono solo ai genitori. Se questo ci fa sembrare leggermente scemi coi bambini non ce ne facciamo una malattia.  Un po’ diverso è quando ci rivolgiamo al partner ala stessa maniera. Se per i bambini è una facilitazione alla comunicazione e stimola il rilascio di neurotrasmettitori che motivano i più piccoli a imparare, quando si tratta della coppia è l’amore invece a parlare. Il linguaggio comune del baby tolk, fa sì che i due amanti creino una bolla gergale che permetta loro di essere in qualche modo isolati dagli altri. Alcuni speciali toni di voce, acuta e dolce, servono a trasmettere segnali d’affetto al partner, che se è ben disposto risponde parimenti.

Lo stesso principio in fondo che gestisce i rapporti tra bande, tribù o classi d’età. Un tipico esempio e lo slang giovanile, che cambia a d ogni generazione. Il linguaggio dell’amore invece, è, come dicevamo, comune all’umanità, come d’altronde il linguaggio vezzeggiativo e con toni acuti che in tutto il mondo si usa con i bimbi piccoli.

“Può sembrare strano per una persona che ascolta ma per la coppia è un segno del legame che la unisce e che la separa da tutti gli altri e dal resto del mondo. Dunque, anche se può sembrare una cosa ridicola, è una caratteristica del tutto umana”.

Dice Ramesh Kaipa. Per cui rasserenatevi, tutti, prima o poi, sembriamo dei cretini inguaribili, con gli amici o i parenti che ci guardano con compatimento o accondiscendenza, ma non temete, prima o poi ci passeranno anche loro.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!