Una catena di stelle

Pubblicità

Di

Dite la verità, ieri sera, quanti di voi hanno pensato: stavolta ci siamo! Finalmente sono arrivati! Quanti di voi si sono volti verso il cielo con le lacrime agli occhi agitando le braccia e gridando: “Pace! Pace!”?

Io. L’ho fatto, ebbene sì. Ero con amici a cena sul terrazzo di casa mia e ho visto quella che a prima vista sembrava una scia d’aereo luminosa, poi col tempo si è distinta, configurandosi come una teoria di puntini luminosi in veloce movimento. Una roba mai vista. Il mio amico Nicola a un certo punto ipotizza che nell’oggetto identificato ci sia un codice morse, fatto di linee e puntini.

Io nel frattempo invece mi sono detto: ecco, finalmente è fatta, sono arrivati gli UFO e ora ci fanno il sedere. Mi vedevo già nascosto tra le montagne a nutrirmi di bacche e radici ricoperto di fango (perché tutti sanno che gli ufi hanno i rilevatori termici). Ho pensato che tutti gli squinternati che ho preso per il sedere negli anni, avevano ora la loro rivalsa. (leggi qui sotto)

Invece, la scia di puntini luminosi che hanno attraversato la meravigliosa serata d’agosto di ieri e che hanno fruttato un sacco di segnalazioni, sono semplicemente dei satelliti. Come se non ci fosse abbastanza ciarpame lassù nella troposfera o come si chiama poi. 

53 Satelliti del progetto Starlink di Space X di Elon Musk (guarda qui sotto).

https://www-spacex-com.translate.goog/launches/sl4-27

Una volta i satelliti li mandavano in orbita a uno a uno, adesso li sparano a grappoli. La scia di misteriose lucette erano solo degli artefatti tecnologici in fila come scolaretti in gita che orbitano intorno alla terra e lanciati il 19 di agosto.

Per cui ritratto tutto. Lo sapevo che gli UFO erano tutto una balla e che nessuno verrà mai a farci ciao dal cielo. Il mio crollo di ieri sera è stato solo l’attimo di debolezza di una mente fragile e non abituata ad avere torto. Un momento di debolezza emotiva comprensibile, alla vista di quello che poteva sembrare un serio segnale di vita extraterrestre. 

Ora che ci penso però un dubbio anche se solo velato mi è venuto: come mai l’oggetto non era sfocato come quelli a cui ci hanno abituato ufologi di tutto il mondo? Avrei dovuto capirlo subito…

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!