Italia e soldi russi, rischio esplosione?

Pubblicità

Di

Che Putin e i russi finanziassero partiti “amici”, per l’Italia la Lega di Salvini e altri movimenti di destra come Fratelli d’Italia non era proprio un segreto. D’altronde la stessa cosa faceva l’URSS con i partiti comunisti prima della glasnost Gorbacioviana.

E anche Berlusconi, con Forza Italia, è diventato negli ultimi tempi filorusso in maniera sospetta. D’altronde lo stesso facevano gli statunitensi coi paesi allineati o con regimi di destra che per decenni hanno infestato il pianeta. Ma oggi si parla di Italia, si parla di elezioni, con quella destra filorussa per opportunismo che si deve confrontare con un semplice quesito, un quesito che può in effetti essere esplosivo.

Lo può essere, viste le recenti rivelazioni dell’intelligence statunitense (sollecitata a più riprese da quella italiana) in merito ai presunti finanziamenti e ai nomi legati a quest’ultimi. Anche se gli americani nicchiano, e sembrano non volere per ora rivelare chi pigliava mazzette dai russi, gli italiani, a 11 giorni dal voto vogliono chiarezza.

Una chiarezza dovuta, visto che i cittadini dovrebbero perlomeno sapere, per rispondere al famoso quesito di cui sopra: da che parte state? Perché non nascondiamoci dietro a un dito, le interferenze russe, anche nelle precedenti elezioni, sembrano essere state pesanti, e lo stesso Salvini ha sempre glissato sulla questione, evitando domande scomode. (leggi qui sotto)

https://gas.social/2019/10/salvini-elude-le-domande-sui-fondi-russi/

Alla fine, è una questione semplice: come possono garantire la democrazia e gli interessi dell’Italia politici e partiti pesantemente foraggiato dall’estero? Perché chi ti aiuta, inevitabilmente passa alla cassa prima o poi. E in questo caso, pertinenti sono le preoccupazioni europee per una deriva di destra italiana. Perché anche qui, o sei in Europa o sei fuori e come ben sappiamo, se c’è un interesse russo, è nella divisione e separazione degli stati europei di cui l’Inghilterra, anche lei coinvolta in massicce interferenze per la brexit, è la capofila.

E sono molti gli inglesi oggi a essersi pentiti di un voto di pancia e pilotato, che però li ha isolati. Ecco anche il perché plateale dell’entusiastico sostegno all’Ucraina in chiave antirussa e filoamericana dei britannici.
Se in questi giorni i nomi si faranno, potrebbe cambiare e non di poco l’esito del voto, anche perché una cosa è il sospetto, un’altra la certezza di vedere il proprio leader politico come una marionetta di Putin.

In passato gli italiani sono stati pilotati degli USA? Certo, ma questo non significa che bisogna buttarsi tra le braccia di un altro pappone dopo essere scappati da quello precedente. E Putin, checche se ne dica, è uno dei peggiori in circolazione. In tutta questa situazione fa sorridere il fatto che ieri la Russia sovietica finanziava i comunisti per destabilizzare l’occidente e oggi finanzia partiti di destra e sovranisti per fare altrettanto. L’obiettivo è in fondo sempre quello, indebolire l’altro per rafforzarsi. E l’Europa non può assolutamente permettersi, ora, altre divisioni o inciampi sul suo cammino. Se vogliamo fare davvero un discorso utile, bisogna fare un discorso pro Europa, un discorso che rafforzi il potere contrattuale di un continente, che fino ad oggi è stato conteso tra due forze egemoniche.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!