Nussbaumer e un altro partito? Argh!

Pubblicità

Di

Giuro che quando ho visto la faccia di Werner Nussbaumer e la dicitura “un nuovo movimento politico a Lugano”, quasi ribalto dal ridere. Non è per animosità verso Nussbaumer, ognuno ha le sue idee, per squinternate che siano.

Anzi, ammiro la caparbietà di Nussbaumer, noto medico della regione, che si ostina a militare e a fondare nuovi partiti con la frequenza di un intercity insubrico. 

Non sto nemmeno qui a enumerare quanti movimenti, partiti, gruppi il nostro ha frequentato, fondato o nei quali ha militato.

Parliamo però oggi di “HelvEthica”, un gioioso gioco di parole che designa il nuovo movimento e che da una parte richiama una presunta etica (che secondo i fondatori evidentemente manca in Svizzera) dall’altra ha un suffisso che ricorda pericolosamente un “Heil” di germanica memoria. Un caso fortuito sicuramente ma che lascia un retrogusto un po’ amaro.

Ma bando alle ciance, chi sono gli amici di Nussbaumer? Apriamo il vaso di Pandora e citiamo da TIO:

“Si tratta di alcuni membri della Lega Verde, con alcune personalità presenti ad esempio nell’associazione Amici della Costituzione. Alla conferenza hanno preso parte Cloris Sciaroni, Isa De Luca, Maria Invernizzi, Werner Nussbaumer, Carlo Amman e Jürg Heim, che hanno confermato il loro ideale: «Per molti la politica è difesa degli interessi, per noi si tratta di difendere i diritti e la dignità degli esseri umani. Niente destra, centro o sinistra: siamo trasversali, e tali resteremo”.

Trasversali di sicuro, talmente trasversali da creare seri dubbi in chi legge. Da tempo, abbiamo imparato che chi si definisce al di fuori della “casta” partitica – che piaccia o no i partiti rappresentano le maggiori correnti di pensiero del paese – espone specchietti per le allodole, portando avanti idee impossibili, al limite dell’assurdo o addirittura nocive. 

Non è un caso che al mite sostenitore della cannabis (che ci sta eh? Per l’amor del cielo!) ci siano gli “amici della costituzione”, personaggi che su Gas avevamo già inquadrato durante la pandemia. Su di loro scrivevamo nell’estate 2021:

“…O meglio, utilizzano questi ideali come specchietto per le allodole, per attirare gente e, al contempo stesso, nascondere la loro vera natura e i loro veri obbiettivi: poiché in realtà sono dei no-vax (ma anche no Coronavirus, no pandemia, ecc…) e fanno campagna politica per affossare la revisione della Legge COVID-19”. (leggi qui)

Secondo i nostri eroi, il movimento si prefigge di difendere i valori della costituzione Svizzera (come se noi la usassimo per foderare la gabbia dei criceti) la neutralità del paese, il diritto alla vita (eccoli qui gli antiabortisti). Poi, creare luoghi d’incontro per i giovani ( ci sta, dipende da cosa intendi, se l’oratorio o il centro giovanile) ed evitare l’isolamento degli anziani dalle famiglie. Encomiabile intento, se non fosse che dipende dalle famiglie se tenersi il nonno a casa o no. EhlvEtica rimpiange i diritti fondamentali (quali?) che durante la pandemia sarebbero stati tolti ai cittadini (leggi, il diritto di non vaccinarmi e di contagiare tutti), stigmatizza la paura instillata nei cittadini (d’altronde mica siamo morti a milioni) e la somministrazione del “cosiddetto vaccino” (“cosiddetto”, e ho detto tutto.)


HelvEtica vuole difendere i cittadini dagli interessi delle lobby che, suppongo per loro, siano le grandi case farmaceutiche e un’improbabile e nebulosa élite, che emerge sempre nei sogni proibiti di ogni complottista.

Se tanto mi da tanto, questo ennesimo movimentino rimarrà a fare da satellite per qualche tempo per poi perdersi, come tutti i partitucoli di Nussbaumer, nello spazio profondo. Facciamogli perciò ciao ciao dall’oblò dell’astronave e congediamoci senza rimpianti.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!