Dialogo sui non Mondiali o forse sì

Pubblicità

Di

Hai visto ?

Se ti riferisci alla «new economy» interessata al pallone, sì ho visto. E la mossa della Apple mica l’ho tanto capita. Va bene che in periodo di Mondiali, con tutti i riflettori puntati sulla manifestazione, è occasione privilegiata per fatti e misfatti. Va bene che la Apple in campo mi rimanda ai tempi antichi, quando il mondo finito di bipartirsi fra Beatles e Rolling Stones (o Coppi e Bartali, fai te) ha trovato antagonismo tra McIntosh (poi diventato Apple) e MS-DOS, o IBM. «Noi abbiamo il mouse ed il cestino invece voi andate sulle formule… »: che tempi. Fatto sta che a Manchester, sponda United (uno dei pochi club capaci di fare rima con leggenda), si stanno facendo grandi pulizie. Nuovi ricchissimi proprietari e via libera al «peso» Ronaldo. Un fatto che cambierà un po’ di cose … .

Ronaldo, che nel suo piccolo (diciamo così) …

E’ l’unico calciatore al mondo ad aver segnato in 5 edizioni di Mondiale, cinque!. Sarà stato un rigorino, sarà che è ai titoli di coda, ma intanto un record del genere (voglio dire che regge il passare degli anni, da sempre i Mondiali vengono organizzati ogni 4 anni…) porta il suo nome, e non quello di un altro. Chapeau.  

Comunque torniamo alla prima domanda. Io non intendevo quello, io volevo qualche parere sulla competizione in Qatar. Ma tu sembri schivare l’oliva, mi sembri Nanni Moretti con il suo «Sono più ipocrita se faccio finta di niente o se invece ne parlo criticamente e/o acriticamente» ?

Touché. Allora ti dico che non ho visto nessuna partita intera. Con le highligts, per quello che valgono, allora ho fatto il pieno: tutte le reti sono passate davanti ai miei occhi. Ho svogliatamente letto una qualche polemica o presunta tale … 

No, no qui ti interrompo perché voglio nomi e fatti … 

Ma sì … la storia della birra per esempio. Si è fatto un gran baccano per la sua proibizione sugli spalti. Va bene, però …  nemmeno a San Siro la si può bere, e immagino per disposizione Uefa neanche in tutti gli stadi di tutta Europa quando sono in programma le coppe europee … .  

La differenza sta nel fatto che una di queste birre è anche sponsor … 

…ma allora siamo al paradosso.  Non ci si poteva informare prima ? E’ affascinante la pubblicità di una cosa che è proibita. Qui siamo nei paraggi della pura poesia… . Battute a parte queste partecipazioni finanziarie hanno obiettivi ben oltrepassanti gli spettatori presenti, dal borsello non proprio misero quando non «obbligato» (i cittadini indigeni che devono far «ripiena», o spettacolo in quanto pubblico) a loro interessa la sterminata platea televisiva.

Ma il Mondiale 2022 è solo questo ?

No dai. Ci sono stati i Davide a sconfiggere i Golia, situazioni sempre apprezzatissime, le contestazioni nei confronti degli organizzatori (la foto della Manschaft) e quelle nei confronti dei propri governanti (l’Iran che non canta l’inno). C’è una bella differenza, mi pare. Poi i «nazionalismi», o «contronazionalismi» assurdi e inconcepibili. Sulla Gazzetta hanno battezzato la Francia come espressione del campionato italiano (come no ? Mbappé e Dombelé sono le stelle in corsa per lo scudetto), altrove hanno festeggiato la brutale sconfitta del calcio tedesco (la Germania ha perso contro un’avversaria che ha schierato 8 calciatori militanti nella Bundesliga… ). E qui da noi sono stati capaci di scuotere la testa per il «non festeggiamento» di Embolo dopo il gol che ha sconfitto il paese che l’ha visto nascere. Doveva forse rinnegare la sua storia ? Che palle … .

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!