I rari diciottenni di Manno

Pubblicità

Di

Fa tenerezza la foto delle autorità di Manno (apparsa su TIO con tanto di comunicato) che festeggiano i loro diciottenni. Una pratica in uso in praticamente tutti i comuni ma che, vista la disaffezione dei giovani per la cosa pubblica, spesso diventa una specie di caccia al raro neo-maggiorenne.

D’altronde non è colpa del municipio. Il comune solitamente manda un invito a tutti i diciottenni dell’anno corrente, solitamente si organizza un piccolo aperitivo e un regalino inerente al comune per i virgulti appena diventati maggiorenni. Che so, un libro sui mulini del territorio, un chilo di polenta rossa o una foto del sindaco con dedica.

Il comune di Manno, checche se ne dica ha solo 312 abitanti e dunque i diciottenni, con l’aria che tira, certo non abbondano. D’altronde l’Europa sta invecchiando e noi con lei.

Resta il fatto però, che vedere una foto con 7 rappresentanti non proprio più giovanotti del municipio e due diciottenni, ricorda chi mostra orgoglioso i propri gioielli in pubblico. I due coraggiosi maggiorenni, un maschio e una femmina, sono idealmente la coppia primigenia che garantisce, come per dei novelli Adamo ed Eva, la progenie del comune.

D’altronde è la triste realtà dei nostri comuni, che come una volta nelle valli, vedono diventare sempre più esiguo il numero dei giovani. Un fattore che a prescindere dall’anagrafe, troviamo anche a livello politico, dove la disaffezione della generazione Z è cosa nota. D’altronde è un problema fisiologico, se sei giovane e ti mantengono ancora mamma e papà, che ti frega di decidere le cose? Questo è un processo che avviene quando diventi parte integrante della società, hai figli, una casa, paghi le tasse. 

Perciò fanno bene a Manno a coccolarsi i loro due diciottenni, non solo sono rari fisicamente, essendo una specie in via d’estinzione, ma almeno questi due vagamente si interessano delle cose che avvengono nel loro comune. Bravi!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!