Il rosa è da femmine, l’azzurro da maschi.

Ogni singola cosa che usano i nostri bimbi è divisa in cose da maschio e da femmina, i giochi per pulire casa e farsi belle per le femmine e i supereroi per i maschi.
Oltre a rendere impossibile o comunque difficile il riciclo degli abiti e delle cose (chi metterebbe la maglietta di Frozen al fratello più piccolo? Perché il tabù verso i maschietti è ancora più forte) è davvero solo un colore?
L’estrema brandizzazione di ogni singola cosa aumenta la divisione maschi/femmine.

Read more