Teniamoci stretto il sentimento di solidarietà

Non si sa più cosa fare per rendere brutta e impronunciabile l’idea stessa di accoglienza. È comunista, è il tesoro di mafia capitale, è dei ricchi-che-non-sanno-cosa-siano-le-periferie, è contro la povera gente italiana, è sfigata, è imposta da Soros, è il cavallo di Troia dell’invasione, è il via libera agli stupratori neri. Discutiamo finché si vuole sulle questioni migratorie, su come gestirle e condividerle. Ma teniamoci quel che è patrimonio nostro da millenni.

Read more

Nella terra dei silenzi assordanti

Il Ticino è un cantone incestuoso. Dei silenzi complici, non perché certi nomi, di chi viene processato e condannato per reati moralmente deprecabili oltre che di rilevanza penale, non vengano poi dati in pasto alla pubblica opinione, ma perché a monte, in più di un’occasione, si è innanzitutto preferito tacere, sorvolare, chiudere un occhio. Piegare il diritto al favore.

Read more