Nord Stream e la guerra del gas

Nessuno dei due gasdotti stava pompando gas verso l’Europa quando ci si è resi conto del problema, ma entrambi contenevano ancora del gas sotto pressione ed è la ragione per cui i danni subiti da Nord Stream 1 e 2, hanno provocato un’enorme perdita di metano. La Danimarca ha reso noto che oltre la metà del gas contenuto nei tubi si è già disperso nell’atmosfera. In alcuni punti, il mare tra la Danimarca e la Svezia, ha iniziato a ribollire. I servizi di sicurezza tedeschi hanno fatto sapere che i tubi danneggiati, potrebbero anche risultare inutilizzabili per sempre. Se, da una parte, la Nato parla di un sabotaggio deliberato, dall’altra Mosca ribatte e si difende definendo l’accaduto come un atto terroristico di un Paese straniero. Ma a chi fa gioco tutto questo? Di Sicuro non all’ambiente.

Read more

Ora legale risparmio globale?

Con la fine dell’estate e l’arrivo dei primi freddi, il 30 ottobre, è anche il momento di mettere mano alle lancette degli orologi per il balletto che dall’ora legale ci riporta a quella solare. Ma se invece di quella solare adottassimo quella legale tutto l’anno? Nella vicina Penisola, soprattutto in questo periodo di crisi energetica, si dibatte sulla questione dato che con l’ora legale sull’arco di tutto l’anno si calcola che si potrebbe risparmiare fino a un miliardo di euro solo nel primi due anni. Lo sostiene la Società italiana di Medicina ambientale che, in quell’ora di luce in più vede il miraggio di un risparmio. Ma è davvero così?

Read more

Pianura Padana, ritorno al passato

Mentre in Europa si discute sulle deroghe accordate ai vari Paesi da Bruxelles in merito all’uso di pesticidi proibiti, c’è chi guarda al futuro prendendo esempio dal passato. È successo a poca distanza da noi, nella Pianura Padana dove, in provincia di Pavia, è nato un progetto di rinaturazione del territorio che in poco meno di trent’anni ha ricreato una foresta, tale e quale a quella di mille anni fa. Un angolo di paradiso ricco di biodiversità, nel bel mezzo di un deserto agricolo. Un esempio di area verde facilmente riproducibili e che potrebbe presto essere impiegato per rendere le nostre città davvero sostenibili. 

Read more

Donald Trump, game over?

La politica americana, in passato, ci ha sorpreso in più di un’occasione. Eppure ciò che è accaduto qualche settimana fa, con la perquisizione in Florida della villa di Donald Trump, in cui il quarantacinquesimo presidente degli Stati Uniti nascondeva documenti governativi segretissimi, ha davvero dell’incredibile. E come se non fosse già abbastanza grave così, cosa ha fatto invece Trump? Ha provato ad accusare l’FBI di averlo incastrato, manco fosse la trama scritta male di un film hollywoodiano di serie zeta. Già. Ma quanto sono gravi i reati commessi fin qui dal miliardario repubblicano che in cuor suo ancora brama di tornare presto presidente?

Read more

La cultura e il clima che cambia

A Roma si è svolta a giugno la prima edizione di un festival quantomeno singolare, il Festival Internazionale New European Bauhaus, ovvero l’occasione per iniziare a riflettere su come il design, le nostre conoscenze attuali e la cultura che già possediamo possono, in qualche modo, esserci utili per affrontare e attutire l’impatto del cambiamento climatico in atto. Spesso per risolvere un problema c’è bisogno, per prima cosa, di un cambio di mentalità. E oggi, più che mai, è necessario provare a capire come ciò che già abbiamo può tornarci utile nell’affrontare la grande sfida del cambiamento climatico in atto.

Read more

Bus, tram e treni? Il futuro è gratis

Lussemburgo, Germania, Spagna, Estonia e Irlanda. Sono solo alcuni dei Paesi che hanno finora sperimentato o introdotto l’utilizzo gratuito dei mezzi pubblici. Una piccola rivoluzione? In realtà si tratta soprattutto di un cambio di mentalità dettato da più di una buona ragione. Il trasporto su strada è responsabile del dieci percento delle emissioni di anidride carbonica a livello globale. Ma il vantaggio, soprattutto per le famiglie, è anche di natura economica, visto e considerato l’aumento del prezzo dei carburanti fossili.

Read more

Ragazzi, è tempo di bere

Il Giappone è davvero un pianeta a sé. Se nel resto del mondo una delle piaghe sociali più diffuse è quella dell’alcolismo, un problema che spesso è diffuso soprattutto tra i giovani, nella patria del Sol Levante si è deciso di procedere andando in ben altra direzione. In direzione opposta e contraria. Ma perché il Giappone vuole che i giovani nipponici consumino più alcol? Presto detto. C’entrano le imposte sulle bevande alcoliche e le entrate fiscali in costante diminuzione ormai da anni. È questa la ragione che ha spinto l’Agenzia delle entrate a lanciare un concorso per promuovere il consumo di vino, birra e sake. Una scelta alquanto discutibile che, com’era prevedibile, ha infiammato gli animi e le polemiche. 

Read more

Perdersi per sempre nella Senna

Delfini, balenottere, orche, beluga son tutti mammiferi come noi, mammiferi che a un certo punto del loro percorso evolutivo hanno scelto il mare. Di tornare a vivere nell’acqua. Ma non sempre questo loro ritorno nel liquido amniotico da cui tutto ha avuto origine, da cui ha avuto origine la vita è stata la scelta più azzeccata. Per l’uomo, i mari, son terreno di caccia. Di un saccheggio senza regole. Inoltre l’inquinamento prodotto dall’uomo, in particolare quello acustico, rende ancor più dura e disperata la loro sopravvivenza. Così può capitare che ci si smarrisca, perdendo la strada, proprio come nel caso del beluga bloccato nella Senna, un cetaceo lungo quattro metri, del peso di circa 800 chili, che, in Francia, si trovava da venerdì in un bacino della Senna a Saint-Pierre-La-Garenne.

Read more

Jovanotti e la sua ultima spiaggia

Fra i tormentoni dell’estate non ci sono solo le canzoni, ma anche chi quelle canzoni le canta o – come nel caso di Jovanotti e del suo Jova Beach Party – lo spettacolo che ci sta attorno. Jova Beach Party accusato di essere sovradimensionato e di mettere in grande pericolo i delicati ecosistemi delle spiagge in cui, fin qui, il megaconcerto si è svolto. È, per esempio, ciò che è accaduto a Fermo, nelle Marche, dove un gruppo di biologi e naturalisti ha spiegato in un video le ragioni per cui un evento come quello voluto da Jovanotti non è esattamente un toccasana per il già fragile e minacciato ecosistema delle dune presenti sulle spiagge.

Read more

Acqua e salute mentale

L’acqua fa bene. Anche alla salute mentale. A sostenerlo sono numerosi studi che ci confermano certe credenze popolari di un tempo. Del resto è negli oceani che si suppone abbia avuto origine la vita e non c’è nulla di più simile al nostro sangue dell’acqua marina. L’acqua, il liquido amniotico nel grembo materno, è inoltre l’elemento nel quale ognuno di noi ha vissuto, dopo il concepimento, nei suoi primi mesi di vita. Ecco perché una vita a contatto con l’acqua è una vita a contatto con la vita stessa, in grado di darci quella serenità, quell’energia e quel benessere mentale indispensabili soprattutto in un periodo in cui gli anni di pandemia hanno esasperato il disagio che già covava da tempo e ardeva sotto la cenere.

Read more