Vedere e ascoltare il malato di demenza

Concedere e rispettare lo spazio dell’altro è una condizione imprescindibile che lascia esistere l’altra persona. Spazio vuol dire distanza fisica tra due persone ma anche, e pensiamo al pentagramma, pausa tra le parole. Attesa, silenzio, pausa…semplice, logico, ma è la cosa più difficile da riuscire a fare. Se vogliamo favorire una conversazione “felice” con un anziano fragile, dobbiamo concedergli delle pause di silenzio in cui il suo pensiero possa formarsi e avere tempo di prendere forma espressiva.

Read more