Uomo: sale o veleno della terra?

Con il capitalismo si è affermato un rapporto degenerato tra uomo e natura: da essa si sottrae, si cattura e si conquista ma nulla si ridà. L’unica controparte che Madre Natura riceve dalla nuova relazione a carattere unilaterale, sono i nostri rifiuti troppo spesso tossici. In seguito alla pandemia e alla pausa forzata riscopriremo la nostra intelligenza ecologica o ci affermeremo come sciacalli del pianeta Terra?

Read more

Neoliberismo ed economia del ricatto

Il mondo nel quale viviamo è guidato da logiche neoliberiste che portano gli Stati ad alleggerire le proprie politiche sociali, fiscali e ambientali: i grandi capitali rivendicano condizioni che siano loro sempre più favorevoli per accumulare patrimonio, di conseguenza le istituzioni politiche si trovano a mediare tra nuove tensioni dovute a mancanza di stabilità lavorativa, di ridistribuzione del capitale e deperimento degli spazi verdi.

Read more

Neoliberismo e perdita di potere locale

Per non intralciare gli affari di grandi imprese internazionali si crea una netta scissione tra politica interna e macroeconomia e ciò in nome di un male interpretato concetto di libertà individuale. La libertà delle multinazionali di diventare multimiliardarie corrisponde col fatale destino di moltissimi di vivere poveramente o di essere catapultati in un mercato del lavoro caotico e incerto.

Read more

L’asino, la carota e la riforma fiscale

La simmetria dei vantaggi è un ricatto del quale possiamo fare a meno. La favola liberista vuole raccontare la storia di una fortunatissima gallina dalle uova d’oro. Invece, i protagonisti di questo racconto sembrano essere l’asino, il bastone e la carota. Da un lato arrivano dure bastonate, dall’altro magari premi. Intanto, l’asino fa del suo meglio per tirare avanti.

Read more