Tourism politically correct? Ja danke, oui merci …

Il vuoto creato alla testa dell’Ufficio Turistico ha prodotto uno slancio inatteso, senza direttore in poche settimane di anarchia sono nati progetti ed idee avveniristici e sorprendenti, un caso? Non esattamente, si sa che molte teste ragionano meglio di una, quindi mancando il cervello dirigenziale si sono accese le menti più performanti del Cantone e tutto sommato il risultato è incoraggiante. Essendo cominciata la campagna elettorale per la successione dei ministri cantonali, per par condicio, abbiamo cancellato i promotori dei progetti ma non i costi delle operazioni.

Read more

Natale mituu e le 3 Marie si tirano fuori

Quest’anno sarà rivoluzionario, sarà un Natale MITUU sarà il Natale delle donne!

Le 3 Marie del celeberrimo panettone hanno dichiarato che quest’anno si tirano fuori e se ne vanno in Canada a pescare salmoni ma la notizia è stata immediatamente censurata. Con caparbietà il grande giornalismo d’inchiesta del Diavolo è riuscito con inumane difficoltà a recuperare l’unica copia cartacea del documento e ve lo proponiamo in anteprima planetaria

Read more

Autarchia per un Ticino verde e sconvolto!

AUTARCHIA SUBITO! FEM UL TESIN GRAND AMMÒ!

Vogliamo vincere facile e vogliamo vincere subito? Allora per prima cosa si legalizza l’erba, la mariagiovanna! E si incentivano nuove aziende del settore marijuana, dai tessili all’edilizia dalla farmacopea al benessere al turismo! È facile e c’è chi farebbe la fila in un territorio come il nostro dove già oggi riusciamo a produrre la migliore erba d’Europa ma non possiamo dirlo ad alta voce. Giusto il tempo di organizzare queste cosette e saremmo pronti a realizzare un Paese assolutamente felice e tranquillo, quasi onirico; basterà alzare enormi muri di canapa alle frontiere, tutta la filiera di produzione canapa e calce è carbon negative, cioè toglie più CO2 dall’ambiente di quanta ne verrebbe immessa lavorando con il cemento e i biomattoni sono riciclabili.

Read more

Azzurro tenue di Russia

Su dai, non nascondiamoci dietro la bandierina del corner: siamo ticinesi. Noi ticinesi ci uniamo attorno agli azzurri, ci compattiamo e ci esaltiamo come matti, perché non ci sono altre soddisfazioni goduriose per un animo rossoblù che dopo aver gufato tutta la partita vede perdere l’Italia contro chicchessia al 93°. Siamo ticinesi, è la natura del nostro io interiore, non è mica un male, non fa male, anzi quest’anno è stato divertentissimo sentirsi tutti vichinghi, fieri eroi guerrieri svedesi che anche senza il divino Ibra

Read more