Pandemia portami via

Volendo azzardare un’estinzione di massa del genere umano, tra le eventualità più probabili c’è senza dubbio la pandemia. Cioè un’epidemia la cui diffusione è in pratica globale, con un alto tasso di malati gravi e una mortalità di quelle che non ti aspetti. Nella storia dell’uomo se ne sono verificate non poche di pandemie. Fra le più recenti si ricorda, per esempio, l’influenza spagnola, un virus che tra il 1918 e il 1920 uccise decine di milioni di persone in tutto il mondo.

Read more

Perché l’ascesa dei Verdi non fa primavera

C’è poco da stupirsi se, a un mese dalle elezioni federali, tutti i sondaggi fin qui effettuati danno i Verdi in forte ascesa. In precedenza era già accaduto sull’onda emotiva e la paura suscitata dal disastro nucleare di Fukushima. Un episodio rapidamente rimosso e col tempo finito nel dimenticatoio, anche se è proprio di questi giorni la notizia che fra tre anni alla centrale nucleare giapponese di Fukushima non ci sarà più spazio per stoccare l’acqua contaminata necessaria a raffreddare i reattori danneggiati. Nessuno ha però ancora individuato una soluzione.

Read more

Sicurezza digitale, da Siri all’e-banking

È l’ennesima figuraccia per Apple. Dopo la vicenda legata ai valori fuori norma delle radiazioni a radiofrequenza degli iPhone, l’azienda di Cupertino ha dovuto cospargersi il capo di cenere e scusarsi con gli utenti di Siri, il suo assistente vocale. Nel cercare di migliorare il sistema di riconoscimento vocale, l’azienda avrebbe usato delle registrazioni non sempre lecite, soprattutto pensando alla salvaguardia della sfera privata.

Read more

Quella scia di follia

“Sospensione delle irrorazioni artificiose in atmosfera. Smantellamento di tutte le antenne disseminate sul territorio nazionale. Percorso di chelazione(*) e sostegno da parte dei pubblici uffici sanitari a livello nazionale.” Sono questi i tre punti di una disposizione urgente a livello internazionale che il movimento dei sostenitori della cospirazione delle cosiddette irrorazioni o scie chimiche ha messo all’ordine del giorno.

Read more

Condanne indolori per gli antidolorifici

La multinazionale farmaceutica Johnson & Johnson, in passato più volte sotto accusa e sanzionata per alcune sue scelte aziendali quantomeno inappropriate se non addirittura criminali (leggi qui), torna oggi nell’occhio del ciclone per una delle piaghe più preoccupanti in questo momento negli Stati Uniti: l’abuso di antidolorifici a base di oppioidi, cioè quei composti chimici psicoattivi che producono effetti simili a quelli della morfina.

Read more

Quel nanetto politico senza dignità

Come diceva Marx la storia si ripete due volte, la prima in tragedia, la seconda in farsa, e i recenti fatti che hanno segnato la crisi di governo, più che il dramma del fascismo ricordano solo certe commedie di bassa lega (stavolta scritto minuscolo). Dove l’ennesimo ammiratore dell’ex dirigente del KGB che governa, con poteri abbastanza pieni, la Russia, è finito a gambe all’aria convinto di poter piegare la democrazia e le sue regole ai propri capricci. Perché solo i bambini e gli imbecilli fanno i capricci.

Read more

Tira più un pelo di…

Tira più un pelo di barba, che una multinazionale. È questa, in estrema sintesi, la buona notizia passata quasi in sordina alla fine di luglio. Procter & Gamble, la più grossa multinazionale a livello globale nella produzione di beni di consumo, ha dovuto ammettere che dietro alla perdita di quasi cinque miliardi di dollari dell’ultimo trimestre c’è un cambio di passo a livello mondiale. Una specie di piccola grande rivoluzione causata da “uno spostamento sociale verso minori rasature”. In altre parole, più pelo per tutti.

Read more