L’ombra lunga di quel muro

“Niente più guerre. Niente più muri. Un mondo unito.” Recitava uno slogan scritto su quel muro che da quarant’anni è il simbolo del conflitto tra due diverse ideologie politiche, economiche e sociali. Trent’anni dopo, tuttavia, molte delle promesse di libertà e democrazia che quel crollo sembrava preannunciare, in realtà, si sono scolorite e la speranza di un futuro migliore, nel frattempo è marcita di fronte a una società liquida, alla globalizzazione e alle favoletta di un tardo capitalismo non tanto migliore di quel nemico storico abbattuto a picconate il 9 novembre 1989. Nel presente, nuovi muri, emblematici di nuove fratture e di nuovi contrasti, sono lì da vedere. Eretti e cementati dall’odio. Mattone dopo mattone. Mentre l’inganno è ancora quello di sempre.

Read more

Lo chef antispreco

Lui è un cuoco italiano. Si chiama Massimo Bottura. È chef e proprietario dell’Osteria Francescana a Modena. Un ristorante premiato con tre stelle Michelin e classificatosi primo ristorante al mondo nella lista dei “The World’s 50 Best Restaurants”, cioè dei migliori cinquanta ristoranti. Sul gradino più alto del podio negli anni 2016 e 2018. Eppure la ragione per cui lui e la moglie Lara Gilmore sono da considerarsi un esempio positivo, e forse anche un modello, è un’altra.

Read more

“Theater of Life”, insieme contro lo spreco

“Theater of Life” racconta l’apertura del Refettorio Ambrosiano, lo spazio aperto dallo chef Massimo Bottura nel quadro del progetto contro lo spreco alimentare “Food for soul”, una mensa comunitaria in cui chi lo desidera, chi vive in condizioni di disagio economico, poco importa l’età oppure se si tratta di persone sole o di famiglie, si può ritrovare e condividere la tavola, riscoprendo, facendo riaffiorare il valore delle eccedenze alimentari e dell’accoglienza.

Read more

Fame e spreco, due scandali e un paradosso

Ogni anno, nel mondo, un terzo di tutto il cibo prodotto per l’uomo, di cui l’80% ancora buono, viene gettato via. Finisce nella pattumiera. Nel frattempo, un miliardo di persone soffre la fame e 5’000 bambini muoiono ogni giorno a causa della denutrizione. Un inaccettabile paradosso del nostro tempo, ma anche il più grande problema attuale la cui soluzione è davvero a portata di mano.

Read more

Il criminale straniero? Un coccodrillo

La ragione per la quale ultimamente a Timor Est ci sarebbero più persone uccise dai coccodrilli sarebbe per via di certi coccodrilli immigrati da un altro continente. Un numero di coccodrilli illegali, a quanto pare, in continuo aumento. Roba che i democentristi di casa nostra cavalcherebbero alla stragrande. I coccodrilli incriminati sarebbero quelli australiani. Gli esperti concordano infatti nel dire che un coccodrillo marino in salute potrebbe nuotare per centinaia di chilometri e, partendo dal nord dell’Australia, arrivare perfino a Timor Est.

Read more

Le paure dell’homo schermicus

A partire dall’invenzione della ruota fino ad arrivare ai giorni nostri e alla rivoluzione digitale, non poche sono state le scoperte che ci hanno fatto fare dei giganteschi balzi in avanti. E, per alcuni di noi, l’oggetto tecnologico che più di tutti incarna il presente è innanzitutto lo smartphone. Ma è sopravvalutato o effettivamente una tra le invenzioni più rilevanti nella storia dell’homo sapiens?

VUOI LEGGERE DI PIÙ?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere GAS scopri le possibilità

Sei socio o hai già un abbonamento? .

Read more