Philip Morris, stop sigarette?

Di recente Jacek Olczak, l’amministratore delegato della multinazionale americana del tabacco che ha il suo quartier generale operativo a Losanna, ha spiazzato tutti affermando che il tabacco dovrebbe essere trattato come le auto a benzina, che saranno vietate dal 2030. Dunque basta sigarette? Ma è mai possibile che un’azienda da 80 miliardi di dollari di fatturato e più di settantamila dipendenti, con un utile netto di 8 miliardi l’anno, abbia deciso di fare harakiri?

Read more

Fango e giornalismo

Si chiama Susanna Ohlen, la giornalista che In Germania, poco prima di una diretta televisiva dalle zone alluvionate, ha pensato bene di sporcarsi i vestiti e la faccia di fango. La bionda trentanovenne si trovava a Bad Münstereifel, nella Renania Settentrionale-Vestfalia. Peccato che qualcuno l’abbia immortalata proprio mentre si “truccava”, inzaccherandosi ad arte per risultare più vera. Più autentica. Un gesto che l’è costato caro.

Read more

Semplicemente Amy

Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison, Brian Jones, Robert Johnson. Fanno tutti parte di un club piuttosto esclusivo. Si tratta del Club dei 27. In pratica sono tutte leggende della musica rock morte nel fiore della loro giovinezza. Avevano soltanto 27 anni quando sono morte tragicamente. L’ultima stella cadente entrata esattamente dieci anni fa a far parte di questo firmamento è stata Amy Winehouse. Amy fu trovata morta nel suo letto, nella sua casa di Londra, al numero 30 di Camden Square. Era il 23 luglio del 2011.

Read more

La protesta a Cuba

Piuttosto ciclicamente c’è chi torna a gufare su Cuba e dà per finito, oppure ormai alla frutta, il regime. Però quel che è sicuro è che domenica, come raramente era capitato negli ultimi decenni, migliaia di persone hanno affollato strade piazze de L’Avana e di altre città dell’isola caraibica per esprimere il proprio dissenso contro il vertiginoso aumento dei prezzi, la carenza di generi di prima necessità e di energia elettrica, tutti effetti della crisi economica che ha colpito duramente il Paese anche a causa della pandemia di Covid-19. Ma non solo, visto che anche stavolta non manca lo zampino degli Stati Uniti.

Read more

Un mondo di plastica

La plastica, questa sconosciuta, avremmo potuto dire solo 160 anni fa. È infatti nel 1861 che Alexander Parkes brevetta un primo materiale plastico, battezzato parkesina, da alcuni processi chimici condotti a partire dalla nitrocellulosa e la canfora. Eppure da allora a oggi ne è passata di plastica sotto ai ponti. Non c’è praticamente oggetto d’uso quotidiano che non esista anche in una versione di plastica. La plastica è ormai ovunque. Anche e soprattutto sotto forma di ciò che è il prodotto che più di ogni altro ci contraddistingue: l’immondizia.

Read more

Più tasse alle multinazionali

Quel che è giusto è giusto. Malgrado qualcuno giudici o lo viva come una batosta per le multinazionali, l’accordo raggiunto nel mondo da 130 paesi raccolti sotto il cappello dell’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico a livello mondiale, è solo un atto dovuto, atteso da tempo. Un po’ come se Joe Biden fosse finalmente riuscito a mettere un freno alla vendita indiscriminata di armi negli Stati Uniti. I meno morti che tale legge produrrebbe, non potrebbero comunque cancellare le stragi del passato. No, ma almeno avremmo posto le basi per un futuro migliore. O almeno meno peggiore del presente.

Read more

L’invenduto Amazon lo butta in discarica?

Dal magazzino alla discarica. Amazon ogni anno distruggerebbe milioni di articoli invenduti. A dirlo è un’inchiesta condotta dal canale televisivo ITVnews nel Regno Unito che, grazie alle testimonianze e alle prove raccolte tra i dipendenti di una filiale scozzese del colosso del commercio online, ha raccolto le prove di una pratica che ci racconta in modo esemplare di noi e del folle modello economico sul quale ancora poggia la nostra economia capitalistica. Compra butta, butta compra.

Read more

Di biblioteche umane e di storie

“E se qualcuno organizzasse un’iniziativa del genere anche in Ticino? Le persone che hanno voglia di raccontare alla gente la propria storia, che vogliono trasmettere le loro esperienze e anche magari il loro dolore, sono molte più di quanto immaginiamo.” Si chiudeva così, con questo augurio un nostro articolo dello scorso anno con il quale c’eravamo già occupati di biblioteche umane, della Human Library, un’idea nata vent’anni fa in Danimarca e nel frattempo diffusasi in tutto il mondo.

Read more

E del cul fece trombetta

“Ed elli avea del cul fatto trombetta.” È la metafora irriverente con cui Dante chiude il canto XXI dell’Inferno. Una metafora su come il suono del peto sia in questo caso equivalente a quello delle trombe delle bande militari. Trombe e bande che oggi dovrebbero forse far risuonare la carica proprio sull’impatto di certi inquinanti, ben più impattanti perfino della CO2. È il caso per esempio del metano prodotto in gran parte negli allevamenti intensivi dai batteri presenti negli intestini dei ruminanti, un gas che è aumentato senza sosta anche durante la pandemia.

Read more