Sorella plastica, fratello capitalismo bye bye

Bisogna cambiare il proprio atteggiamento di consumatori, consapevoli che molto di ciò che compriamo sono già di partenza rifiuti. Negli ultimi anni si sono moltiplicati i negozi di questo genere. E quello di Coira è solo l’ultimo degli spazi adibiti a questo tipo di commercio che poca alla volta, anche in Svizzera, si sta facendo strada così come sottolinea l’associazione Zero Waste Switzerland. Spazi pensati per fare a meno di tutto ciò che poi finisce inevitabilmente nel sacco della spazzatura o peggio gettato chissà dove.

Read more

Sabrina ha il diritto di restare in pace

Sabrina ha diciassette anni. Sono ormai due anni che con il fratellino di sei anni e la mamma vivono in Ticino. Vengono dall’Ucraina. Fuggiti dalla guerra del Donbass, erano in attesa di una risposta alla loro domanda di protezione. La decisione nel frattempo è arrivata. Le nostre autorità hanno deciso di non entrare in materia riguardo alla loro richiesta. Dovranno lasciare il Ticino. Dovranno farlo e basta. Cacciare Sabrina e suo fratello ora sarebbe una vergogna. Lo sarebbe per tutti noi. Ecco perché l’associazione DaRe – Diritto a Restare ha deciso di lanciare una petizione alla quale anche noi di GAS social abbiamo aderito di buon grado. E potete farlo anche tutti voi lettori che la pensate esattamente come no

Read more

Non esiste il reato di solidarietà

Stando a una sentenza della massima istanza della giustizia francese, espressione di coloro che per primi fecero di libertà, uguaglianza e solidarietà i principi sui quali poggiare le fondamenta di uno Stato al servizio del popolo e non più quello di un popolo asservito ai regnanti di turno, aiutare i migranti irregolari, non è reato. Non lo è mai stato e mai lo sarà.

Read more

Bolle mille bolle RUAG

Il colosso RUAG, controllato dalla Confederazione e con un giro d’affari annuo di poco meno di un miliardo di franchi, avrebbe gonfiato ad arte le fatture per un totale di circa 400 milioni. Un bottino frutto di una truffa portata avanti per anni. In barba a tutti coloro che cercano di far quadrare i conti senza balle o bolle truccate, giochi contabili, o peggio, di prestidigitazione.

Read more

Nessuna guerra ai gas serra

Mentre in Polonia si discuteva sul clima, su quali strategie adottare per scongiurare gli effetti evidenti del surriscaldamento globale, la legge in discussione al Consiglio Nazionale riguardante un’ulteriore riduzione delle immissione di CO2 è stata bocciata senza margini d’appello con 92 voti contro 60 e 43 astenuti.
Un risultato che per taluni è il segno evidente di come la maggioranza del parlamento sia sotto l’influenza delle lobby economiche del petrolio e del gas. Di sicuro c’è che, per ragioni tra loro agli antipodi, ad affossare la legge è stata una malsana alleanza tra PS e UDC.

Read more

Donne che odiano le donne

Donne preoccupate di come avrebbero votato le donne. Donne che han deciso di punire le donne. Di punire se stesse e chi si batte anche per loro e lo fa per quei principi che fondamentali e basilare lo sono solo sulla carta. E mica da sempre e per sempre. Ma che altre cittadine e cittadini uniti nella battaglia hanno saputo conquistare per l’intera collettività. Anche per quelle donne che odiano le donne.

Read more