Ndrangheta in Svizzera, l’inchiesta di ‘Falò’ – Il Video

Il primo dei procedimenti contro i trafficanti che avevano portato in Svizzera oltre 1,5 miliardi di dollari, si svolse a Lugano nel 1985. L’inchiesta denominata ‘Pizza connection’, vide la collaborazione di F.B.I, polizia dello Stato di New York, pool antimafia di Giovanni Falcone e dei magistrati svizzeri Carla Dal Ponte e Paolo Bernasconi

Read more

La ‘ndrangheta in cifre

Si compone di 400 ‘ndrine (cosche) per un totale di 60’000 affiliati

È presente in 30 paesi con un giro d’affari di 53 miliardi di euro

Il fatturato equivale a quello di Deutsche Bank e di McDonald’s messi insieme, pari al 3,5% del Pil dell’Italia

Traffico di stupefacenti: 24,2 miliardi

Riciclaggio: 19,6 miliardi

Estorsioni e dall’usura: 2,9 miliardi

Appalti pubblici: 2,4 miliardi

Gioco d’azzardo: 1,3 miliardi

Traffico d’armi: 700 milioni di euro

Read more

Mafia, una brutta storia di uomini

È il 23 maggio del 1992, un caldo sabato di maggio, quando l’esplosione di cinquecento chili di tritolo divide in due l’autostrada che collega l’aeroporto di Punta Raisi a Palermo, a poca distanza dall’uscita per Capaci. Cento metri d’asfalto si sbriciolano come biscotti e fanno letteralmente volare per aria le auto blindate di Giovanni Falcone, magistrato simbolo della lotta antimafia, e della sua scorta. Con lui muoiono anche la moglie e tre agenti della sua scorta.

Read more

La via Libera di Don Ciotti

Don Luigi Ciotti è un prete di strada. Volendo lo si potrebbe definire così. Con un definizione un po’ pop. Popolare lo è sicuramente. Nell’indole e nello spirito. Ma la sua voce e la sua autorevolezza non riecheggiano solo sui marciapiedi, del suo pensiero si parla anche a Palazzo, nelle stanze del potere. Don Ciotti, che quest’anno compirà settantacinque anni, ha attraversato tutte le campagne della Sicilia liberate dalla mafia. E c’è chi lo avrebbe voluto perfino come ministro, soprattutto per il suo impegno civile contro i soprusi perpetrati dalla criminalità organizzata.

Read more

La mafia in Svizzera c’è, eccome

“È difficilmente contestabile che le organizzazioni mafiose (Cosa Nostra siciliana e ‘ndrangheta calabrese) probabilmente sono molto più collegate tra di loro di quanto si affermi ufficialmente e che le stesse non soltanto ben conoscono il funzionamento della macchina statale, ma non hanno esitazioni a colpire chicchessia, ove ne ritengano l’opportunità.” Di ciò era profondamente convinto il giudice Giovanni Falcone. Ma il cancro della criminalità organizzata, non colpisce soltanto chicchessia, la presenza dell’illegalità, della corruzione e delle mafie ha da tempo superato i confini nazionali. Le organizzazioni mafiose si ritrovano a fare affari ovunque. In Germania come in Svizzera

Read more

Tribunale penale sotto inchiesta

Di recente sui giornali d’oltralpe sono trapelate alcune preoccupati indiscrezioni sul Tribunale penale federale di Bellinzona. Sono però soltanto le più recenti. Perché negli ultimi mesi, la stampa aveva più volte raccolto e dato voce ai malumori che da tempo serpeggiano all’interno delle aule della struttura giudiziaria. Si è ampiamente parlato di lotte di potere, rimborsi spese gonfiati ad arte e uno sforamento delle spese, di mobbing e perfino di sessismo. Insomma, tutti ottimi ingredienti a farne una vicenda perfetta per un legal thriller di successo.

Read more

I soliti sospetti sul coronavirus

Mentre a livello globale crescono la tensione e le preoccupazioni per il misterioso virus conosciuto come coronavirus 2019-nCoV, che dalla Cina si sta diffondendo in tutto il Sud Est asiatico provocando in chi lo contrae una polmonite di origine virale, in Occidente, proprio com’era successo con altri allarmi di ordine sanitario lanciati in passato, si moltiplicano – sui social e non solo – le teorie più strampalate e assurde riguardo alla sua origine.

Read more

Svizzera, il Paese di Bengodi

La Svizzera. Uno smeraldo incastonata tra le Alpi. Con i suoi laghi cristallini e le sue vallate fiorite. Il cinguettio degli uccelletti e lo scampanare delle vacche al pascolo. Dai su, come si fa a non accorgersi che la Svizzera è il miglior paese al mondo in cui vivere? Basta guardarsi attorno per capirlo, no? Di Più. A certificarlo nero su bianco è la classifica del Best Countries Report, uno studio realizzato dall’ US News & World Report e dalla Wharton School dell’Università della Pennsylvania che, per il quarto anno consecutivo, ci piazzano stabilmente in vetta.

Read more

La cultura, di casa a Bellinzona?

Tra non molto, l’ex-ospedale di Ravecchia, proprietà di Armasuisse, potrebbe venir acquistato dalla città di Bellinzona per la modica cifra di 4,5 mio di franchi. Un vero e proprio affare, visto lo stato di conservazione dell’edificio e gli spazi a disposizione all’interno dello stesso. Uno stabile che in molti vorrebbero diventasse una Casa della cultura. Un luogo d’incontro, di cultura appunto e di creatività. Un edificio – un tempo luogo di cura – che ci si augura possa tornare a vivere e a brillare, prendendo a modello la Filanda di Mendrisio. Una scommessa, quella, per ora stravinta.

VUOI LEGGERE DI PIÙ?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere GAS scopri le possibilità

Sei socio o hai già un abbonamento? .

Read more

Le losche trame di Erdogan

Capire quali siano i loschi piani che il presidente turco cova nella propria mente malata, pensando al suo recente coinvolgimento nella guerra che da troppi mesi si sta combattendo in terra libica, è utile. Lo è soprattutto a chiarire chi sia l’uomo che ha trasformato una Turchia laica e aperta all’Occidente nello spettro di se stessa. Per farlo riprendiamo parte di ciò che scrivono quelli di “Rojava resiste” su Telegram, il prezioso canale d’informazione sul Vicino e Medio Oriente e di solidarietà con la rivoluzione confederale in Siria del Nord.

Read more