Rosario a orologeria

L’omosessualità non è né una malattia e neppure una colpa. E la pornografia e il sesso non sono di certo il demonio. Quel che però, in tutta questa vicenda, dà parecchio sui nervi è il fatto che un manipolo di facinorosi ancora una volta abbiano piegato la figura di Gesù e i suoi precetti per una morale “fai da te” perfetta da usare come bomba a orologeria.

Read more

Le Temps e la scuola ticinese

È una polaroid de “La scuola che verrà” e del referendum lanciato dall’UDC contro questa riforma, l’articolo di Le Temps intitolato “La riforma scolastica ticinese non piace alla destra populista”. È un’istantanea scattata sulla realtà di un Cantone, il nostro, dove ogni cosa – perfino la scuola – diventa il pretesto e si fa terreno di un sanguinario e feroce scontro ideologico.

Read more

L’assalto al treno e alle FFS

Un altro monopolio, quello delle FFS, sembra ormai al tramonto. Ad averlo scalfito, qualche tempo fa, è stato l’Ufficio federale dei trasporti con uno sciagurato progetto di concessione delle linee ferroviarie. Una ridistribuzione grazie alla quale, a partire dal 2019, alcune di queste tratte passeranno dalle Ferrovie federali ad altri. Una privatizzazione bella e buona che da più parti si teme possa andare a intaccare uno dei servizi pubblici più efficienti e in salute della Confederazione.

Read more

Giù la maschera, cog**one!

Quando un paio d’esaltati del supereroe Marvel di turno, passeggiando per le strade di Lugano di rosso vestiti dalla testa ai piedi e con un paio di katane e di pistole finte, s’imbattono in un gruppetto di esaltati in possesso di pistole d’ordinanza vere, soprattutto per i primi, un incontro di questo tipo, riletto a posteriori, non può che diventare uno di quei momenti della vita da archiviare nei cassetti della memoria come davvero unici e carichi proprio di tutta quell’esaltazione che ha irrimediabilmente ammorbato il nostro tempo presente.

Read more

La politica e il controllo sulle armi (che non c’è)

Una cosa va detta, sottoscritta e ricopiata almeno cento volte sulla lavagna. Dopo aver sfiorato la strage, per evitare che ci si ritrovi di nuovo a dover gestire un’emergenza identica se non peggiore a quella che ha scosso tutti noi, ora è soprattutto alla politica che spetta il compito di rimboccarsi le maniche e capire, decidere e fare qualcosa. Consci che la dea bendata non va sfidata una seconda volta.

Read more
Pagina 5 di 16« Prima...34567...10...Ultima »