Caro Renzi, dai retta a un ignorante

“Ciao Matteo, per rivincere devi saper perdere. Al tuo posto, prenderei la bici, andrei a trovare Luigi Di Maio e gli direi: eccomi qui pronto al tuo fianco per guarire l’Italia.” In soldoni è questo il senso della letterina indirizzata da Adriano Celentano al leader dimissionario del Partito Democratico Matteo Renzi. Ma non di soli onori è fatto lo sproloquio dell’Adriano nazionalpopolare che, a quel buon bischero del Matteuccio, riserva anche qualche onere e un monito.

Read more

La Jihad che non c’è

Ancora una volta assistiamo alla strumentalizzazione e lo sciacallaggio che taluni fanno di vicende come quella di Münster. Dove, se un veicolo fa strage di pedoni, allora, dietro a tutto ciò, non può che esserci un orco di fede musulmana, un jihadista, un migrante, uno straniero mangiapane a tradimento. Una cultura dell’odio che il nostro immarcescibile Lorenzo Quadri vomita senza sosta dal suo profilo Facebook. Non certo per amore di verità, quanto piuttosto per alimentare una paranoia, tanto pericolosa quanto poggiata sulla malafede, sulla bugia, cercando di vederci la jihad anche dove non c’è.

Read more

Unicorn One

La scelta di campo, oggi, non è più fra destra o sinistra, fra l’essere filocomunista o fascista, ma tra l’essere pro o contro l’unicorno e il ciarpame prodotto sfruttando l’immagine e le caratteristiche tipiche della bestia rara, ormai mica più tanto tale, per la verità. Poiché l’ammasso di oggetti con la sua effigie e le sue fattezze se la giocano con l’isola di plastica creatasi nel bel mezzo delle correnti dell’Oceano Pacifico.

Read more

Distruggi il male e va’!

Erano le 18.45 del 4 aprile del 1978, quando su Rai Due la fatina della tivù, la signorina buonasera Maria Giovanni Elmi, annunciò a sorpresa la messa in onda della prima puntata di Goldrake, altrimenti detto Atlas Ufo Robot. Fu in quel momento che a colpi di alabarda spaziale, magli perforanti e raggi fotonici, l’infanzia spensierata di milioni di bimbi oggi poco più che quarantenni mutò per sempre.

Read more

Bardonecchia e quello strano blitz…francese

Qualche giorno fa cinque agenti delle dogane francesi fanno irruzione in un locale della stazione ferroviaria di Bardonecchia, stazione che si trova al confine fra Italia e Francia, ma decisamente in territorio italiano. Nel locale preso di mira dai cinque galletti transalpini c’è la sede dell’organizzazione non governativa Rainbow4Africa, formata perlopiù da volontari che assistono i migranti intenzionati a varcare le Alpi.

Read more

Lo stilista Philippe Plein…d’air

Noto da tempo per i metodi da proprietario di campi di cotone nell’Alabama d’inizio Novecento con cui la star delle passerelle gestisce il lavoro nella sua azienda e dopo le numerose segnalazioni giunte anche all’indirizzo dei sindacati, alla fine, a intervenire è stato con un blitz l’Ufficio dell’Ispettorato del Lavoro intimando allo stilista, vista l’ora tarda (era quasi mezzanotte), di interrompersi e lasciare immediatamente l’ufficio assieme ai suoi collaboratori

Read more
Pagina 7 di 16« Prima...56789...Ultima »