Iran: il virus e la battaglia di Nasrin

La pandemia ci confina in casa in un isolamento forzato che ci fa vivere interminabili giornate tutte uguali, un isolamento che fa crescere l’angoscia di chi deve stare lontano da figli e nipotini, di chi ha superato i 65 anni e si sente ghettizzato se non addirittura in colpa nel sentirsi chiamare “vecchio”. In questo limbo, ci sono loro …. i carcerati … i grandi dimenticati.

Read more

La vita ai tempi del Coronavirus, tra menefreghismo e angoscia

Nulla sarà più come prima, facciamocene una ragione. Duri quel che duri, la vita ai tempi del Coronavirus lascerà per sempre in tutti noi un segno indelebile. Sia per quelli che la stanno attraversando con disinvoltura se non menefreghismo, e non sono pochi, sia per quelli che la subiscono con angoscia se non con terrore. In tutto il Ticino rimangono ancora troppe le persone che non rispettano gli ordini delle autorità di uscire soltanto in caso di stretta necessità.

Read more

Proteggiamo San Matteo di Cagiallo

Un nuovo piano regolatore particolareggiato dei terreni della zona detta Robian di Cagiallo nei pressi della chiesetta medievale di San Matteo sta suscitando malcontento nel comune capriaschese. È in corso una raccolta firme per presentare un ricorso contro il progetto che prevede la costruzione di sei villette che, a detta degli oppositori, “sarebbero uno sfregio urbanistico” in un comparto storico e protetto.

Read more

Greta: la vignetta della vergogna

Da quando l’attualità mondiale si è focalizzata sul Coronavirus e i suoi spettrali scenari, l’attivista svedese Greta Thunberg è stata un po’ dimenticata dalla stampa. Fino a ieri quando si è scoperto che un’azienda petrolifera canadese ha stampato, su un suo autoadesivo promozionale, una vignetta raffigurante un’adolescente di spalle, nuda, mentre è oggetto di violenza sessuale da parte di un uomo che le tira le lunghe trecce. Sul fondo schiena della ragazza, ben in vista è stampato un nome: “Greta”.

Read more

Una vita da 13enne che non conta nulla

La vita di Céline, la ragazzina tredicenne che nell’agosto 2017 a Dietikon (ZH) si suicidò in seguito alla pubblicazione di una sua foto compromettente vale ben poco: mercoledì il Tribunale dei minorenni di Dietikon nel canton Zurigo ha condannato il ragazzo oggi 17enne che ottenne il selfie, a sette giorni di lavori di pubblica utilità tre dei quali sospesi, per coazione e pornografia.

Read more

Giornalisti mobilitati per Assange

Mentre si sta svolgendo da due giorni a Londra il processo per l’estradizione verso gli Stati Uniti del fondatore di Wikileaks Julian Assange, accusato di spionaggio, 1200 giornalisti provenienti da 98 paesi hanno diramato una dichiarazione chiedendo la liberazione dell’editore. Se dovesse essere consegnato all’America, Assange rischierebbe fino a 175 anni di galera.

Read more

L’incubo senza fine di Milan S.

Milan S., 36 anni appena compiuti, divorziato, e padre di due bimbe è in carcere dal 23 giugno 2017, prima nel canton Vaud, ora nel penitenziario ginevrino di Champ-Dollon. Ingiustamente accusato in un primo tempo di sostegno a gruppi terroristi è stato scagionato e addirittura risarcito per l’ingiusta detenzione, ma risponde ora di messa in pericolo della vita altrui per avere aggredito un agente di custodia nel settembre 2018. Rischia di essere piazzato in una struttura chiusa poiché una perizia psichiatrica lo ritiene schizofrenico con tendenze paranoiche.

Read more