Svizzera, il dente avvelenato delle Iene

Dallo scoppio della pandemia di Covid 19 dapprima in Ticino e quindi nel resto della Svizzera, sono stati pochi i media italiani – parlati e scritti – a riferire della situazione nel nostro Paese. Regolarmente i telegiornali della Penisola passano in rassegna il numero dei contagiati e dei morti di tutti i Paesi europei – e intendo europei a livello geografico, non politico – tralasciando regolarmente la Svizzera, duramente colpita dal virus. Quando però vi è da ironizzare e criticare negativamente ecco che spuntano “Le Iene”, che si sa, contro la Svizzera e il Ticino in particolare hanno il dente avvelenato.

Read more

Migranti e Covid: appello urgente al Consiglio federale

Sono stati pubblicati ieri i dati dello Stato Maggiore cantonale dell’immigrazione sull’occupazione del Centro unico temporaneo per migranti di Rancate: mediamente, per il primo trimestre del 2020, il centro ha registrato una presenza superiore ad una persona toccando un massimo di 11 richiedenti il 14 gennaio. Intanto però la situazione dei profughi è drammatica e il movimento “Evacuare ora” lancia un appello urgente al Consiglio federale per accogliere il maggior numero possibile di rifugiati in provenienza dai campi delle isole dell’Egeo.

Read more

Il Covid e i migranti dimenticati

È ripartito in tutta la sua tragicità ed emergenza il dramma dei migranti che fuggono l’orrore dei campi libici e che si ritrovano in balia del mare dove nelle ultime ore sono aumentati gli annegamenti. Ma con la scusa del virus che ha colpito il mondo occidentale ormai l’odissea dei dannati della terra passa in secondo piano. Anzi pare che non gliene freghi più nulla a nessuno o quasi…

Read more

Ecuador: situazione terrificante

Da una zona montuosa dell’Ecuador vicino a Santo Domingo de los Colorados non lontano da Quito, dove vive con il marito ticinese, Gloria Guaman Widmer, ex giornalista radiofonica riconvertitasi nell’agricoltura biologica sulle proprie terre, ci ha appena reso una testimonianza agghiacciante. La situazione in Ecuador e in special modo nella città costiera di Guayalquil sul Pacifico è terrificante, ma il governo continua a “minimizzare e a pubblicare cifre assurde sul numero di contagi e decessi.

Read more

Covid 19, inferno della rotta balcanica

Lo scorso 2 aprile, la Corte di giustizia dell’Unione Europea ha sentenziato come “non conformi” ai trattati i muri eretti in Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca per impedire ai profughi di proseguire la loro fuga verso l’Ovest del continente. Ora con la minaccia della pandemia, l’attraversamento della rotta balcanica è più infernale che mai per i migranti che cercano di fuggire dai campi di prigionia e da misure repressive ormai insostenibili.

Read more

Bolsonaro e la distruzione amazzonica

Già preso di mira per il suo atteggiamento menefreghista verso la minaccia che rappresenta il Coronavirus per il suo Paese mentre è proprio di questi giorni la notizia che l’epidemia si sta diffondendo nelle favelas di Rio de Janeiro, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro è accusato da un collettivo di avvocati e militanti dei diritti dell’uomo del suo paese d’incitazione al genocidio di 300 popoli indigeni dell’Amazzonia. Una petizione che circola attualmente sul web chiede di sostenere la loro richiesta alla Corte penale internazionale dell’Aja di aprire un’indagine contro di lui.

Read more

Iran: il virus e la battaglia di Nasrin

La pandemia ci confina in casa in un isolamento forzato che ci fa vivere interminabili giornate tutte uguali, un isolamento che fa crescere l’angoscia di chi deve stare lontano da figli e nipotini, di chi ha superato i 65 anni e si sente ghettizzato se non addirittura in colpa nel sentirsi chiamare “vecchio”. In questo limbo, ci sono loro …. i carcerati … i grandi dimenticati.

Read more

La vita ai tempi del Coronavirus, tra menefreghismo e angoscia

Nulla sarà più come prima, facciamocene una ragione. Duri quel che duri, la vita ai tempi del Coronavirus lascerà per sempre in tutti noi un segno indelebile. Sia per quelli che la stanno attraversando con disinvoltura se non menefreghismo, e non sono pochi, sia per quelli che la subiscono con angoscia se non con terrore. In tutto il Ticino rimangono ancora troppe le persone che non rispettano gli ordini delle autorità di uscire soltanto in caso di stretta necessità.

Read more