Il Covid e gli attacchi ai braccianti

La tensione rimaneva alta sabato a Mondragone, in provincia di Caserta (Campania) dove lunedì scorso un focolaio di contagio da Coronavirus nella comunità di braccianti bulgari ha scatenato dapprima il panico e quindi una reazione di rabbia e proteste tra la popolazione residente. La notte scorsa un furgoncino di uno degli abitanti dei palazzi abitati da cittadini bulgari, rom e senzatetto italiani è stato dato alle fiamme. Il presidente della Regione Campania ha chiesto l’aiuto dell’esercito e dell’ambasciata bulgara.

Read more

“Night of light”: la cultura si è accesa di rosso

Lunedì sera in tutta la Svizzera si è svolta la “Night of light”, la notte della luce durante la quale tutte le associazioni culturali e attive nel settore degli eventi hanno voluto fare sentire la loro voce ed esprimere la loro solidarietà a chi è stato duramente toccato dallo stallo imposto dal Covid 19. Sull’insieme del Paese oltre 1100 edifici e strutture si sono illuminati, accendendo la notte di rosso, il colore della protesta di chi si è sentito dimenticato dalla politica.

Read more

Guardia costiera libica, finanziamenti italiani

Stando ad un articolo pubblicato ieri dal quotidiano italiano La Repubblica, la Guardia Costiera libica che sarebbe, stando a numerose inchieste e testimonianze, coinvolta nel traffico di esseri umani, è finanziata dall’Italia. Nel 2020 dovrebbe infatti ricevere 58,3 milioni di euro ossia tre milioni in più dell’anno precedente in base all’accordo Italia-Libia siglato nel 2013.

Read more

Covid 19 in Africa: 25’103 casi in tutto il continente

“Sono cifre ufficiali difficili da verificare”
Ce lo dice Ibrahima Cisse, redattore in capo della rivista “Reflets Suisse-Afrique” pubblicata a Dakar (Senegal) che traccia la panoramica della pandemia nel suo paese e nel continente nero. Stando alle statistiche del Centro africano di controllo e prevenzione delle malattie, aggiornate a martedì 16 giugno, i contagi accertati sono 25’103, i decessi 551 e sono 9493 le persone guarite. Cifre che viste dall’Europa sembrano quasi derisorie.

Read more

Aziende sussidiate licenziano: “Non ci stiamo”

Tre deputati al Gran Consiglio ticinese, il socialista Fabrizio Sirica, il leghista Omar Balli e il Verde Marco Noi chiedono in un’iniziativa parlamentare che la Legge per l’innovazione economica (Linn) sia modificata se le aziende che ne beneficiano non rispettano determinate condizioni. Sirica e i suoi colleghi fanno esempi concreti di abusi commessi in Ticino.

Read more

Profughi in Svizzera all’esame del Nazionale

Domani 3 giugno, la sessione estiva del Consiglio nazionale esaminerà la mozione “Accogliere profughi dalla Grecia e riformare l’accordo di Dublino” depositata dal Collettivo “Evacuare ora”. Lo scorso mese di aprile – ne avevamo scritto – il movimento di sostegno aveva chiesto al Consiglio federale di portare in Svizzera il maggior numero di rifugiati accampati nei lager delle isole greche del Mar Egeo.

Read more

Verdetto coraggioso per tre torturatori

Due giorni dopo la decisione della Giunta per le immunità del Senato italiano di non rinviare a giudizio l’ex ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini per il sequestro della nave Open Arms, un tribunale di Messina ha reso giovedì un verdetto coraggioso per quanto riguarda le sorti disumane riservate ai profughi. Ha condannato tre torturatori di un campo di prigionia libico a vent’anni di carcere ciascuno.

Read more

Bambini nei lager greci, la Svizzera è sorda

Bambini non accompagnati accampati nei lager greci: la Svizzera fa orecchie da mercante!
Lo scorso 29 aprile il Comitato “Protezione per i bambini in fuga” depositava al Consiglio federale una petizione sottoscritta da oltre 10mila persone e che chiedeva di accogliere in Svizzera 200 bambini e minorenni non accompagnati, accampati nei lager delle isole greche, in condizioni di estrema indigenza. La risposta appena giunta è stata accolta con scontento e delusione dal Comitato: il governo svizzero precisa che sta aprendo le porte sin da metà maggio a 23 bambini che hanno legami familiari nel nostro paese, ma soltanto a loro.

Read more