Iran: sanzioni e declino del riformismo 

Il clima di tensione tra Washington e Teheran è stato alimentato dalla decisione di Trump, dell’8 maggio 2018, di ritirarsi dall’accordo nucleare, raggiunto nel 2015. Ciò ha causato l’imposizione di sanzioni contro l’Iran che ha stravolto l’agenda politica del presidente riformista Rouhani, che vinse le elezioni del 2013 e quelle del 2017 grazie anche ad un proposta che intendeva sfidare e ridimensionare il dominio economico dei conservatori religiosi.


Read more

Cile, gli sporchi affari neoliberisti

C’è voluta la manifestazione oceanica del 26 ottobre 2019, oltre un milione e 200mila persone scese in piazza a Santiago, per riuscire ad ottenere la fine del coprifuoco e dello stato di emergenza imposto dal presidente Sebastian Piñera, e il conseguente annuncio delle sue dimissioni “ho chiesto a tutti i ministri di rinunciare al loro mandato per formare un nuovo governo”.

Read more

Le critiche dell’UNHCR all’Italia

L’ufficio dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha espresso forte preoccupazione per l’inasprimento delle pene voluto dall’attuale governo, poco prima che entrasse in una fase di crisi, riguardo all’ingresso non autorizzato in acque territoriali e nei porti italiani di navi private con migranti o comunque persone non autorizzate a bordo.

Read more