A Dio quel che è di Dio

Chi si riempie la bocca oggi di “tradizioni” e di “radici” forse non ricorda che la netta separazione tra Stato e Chiesa la promosse un ebreo di Galilea dicendo “A Cesare quel che è di Cesare, a Dio quel che è di Dio”. Fu accusato di voler sovvertire le tradizioni e le radici del suo popolo. Allora forse anche io, anche quelli che raccolgono le firme per l’iniziativa Ticino Laico, alla fine siam tutti dei poveri cristi.

Read more

La solitudine del discobolo

Daisy andrà agli Europei, con la canotta azzurra e il tricolore sul petto, comunque. Entrerà da sola in pedana, come ha fatto tante volte. Raccoglierà la rabbia e il male che le ha causato quell’uovo, li accumulerà nelle gambe, che faranno i soliti passi della rotazione, saliranno attraverso la schiena in torsione, arriveranno nella spalla e come una catapulta attraverseranno il braccio fino all’ultima falange del dito indice da cui esce il disco. Quel disco in volo sarà la rabbia e l’orgoglio di Daisy, ma sarà anche il nostro.

Read more