I diciottenni maratoneti di domani

Finalmente qualcuno apre la mente, e comincia a capire che le differenze fanno la totalità di una comunità, e che grazie all’unicità dei singoli una società può ritenersi evoluta. L’idea contempla aspetti che non sono legati unicamente al rendimento scolastico, alla prestazione competitiva, alla selezione, che qualcuno vuole come naturale, ma mette al centro coloro i quali diventeranno i futuri cittadini.

Read more