Quando Weinstein aveva il potere

Quando Weinstein aveva il potere poteva permettersi tutto: belle auto, grandi case, tanti soldi, le persone. Le donne per lui erano solo oggetti da poter usare a suo piacimento. Poi, un giorno, una di loro ha deciso di dire basta, e così il suo castello di carte è crollato. Oggi Weinstein non ha più potere e in tribunale, per impietosire la corte, ha deciso di venire col deambulatore.

Read more

Ciao Lugano, anche tu hai una periferia

E così, anche Lugano scopre di avere una periferia, di ospitare situazioni di disagio, degrado, marginalità. Di essere in fondo, al di là delle vetrine di Via Nassa e delle luci del Mercatino di Natale, una città come le altre. Un centro brillante e opulento circondato da una cintura dove si spaccia, si vive nella precarietà, dove si muore bruciati vivi a Natale, come Ignazio, o massacrati di botte, come la vittima di Viganello

Read more

Sui social la vita continua ancora

Quando parliamo di social network oppure di apparecchi elettronici ci soffermiamo principalmente sui rischi che essi comportano. Il cellulare, arma e droga dei tempi moderni, è il prolungamento della mano, ma anche della nostra vita. Nello schermo luminoso racchiudiamo infatti frammenti della nostra esistenza. E lì rimangono, anche dopo la nostra scomparsa, come fossero un testamento.

Read more