Gobbi e quel Dipartimento “fuorilegge”

Prima c’era stato lo scandalo riguardante la concessione facile dei permessi, poi quello inerente al traffico di targhe, e poi ancora, il caso delle multe date, senza base legale, ai possessori di canapa pari o inferiore ai 10 grammi. Sono alcuni dei “fatti incresciosi” che, il Dicastero gestito dal Consigliere Norman Gobbi, ha collezionato negli anni. Tanti, forse troppi, gli errori e le leggerezze commesse dal Dipartimento delle Istituzioni e che ora ci spingono a chiederci: che cosa sta succedendo all’interno di quegli uffici?

Read more

Lo sceriffo Gobbi lasciato senza “Lazo”

Alla fine anche il Direttore del dipartimento delle Istituzioni, Norman Gobbi, ha dovuto cedere e assecondare quanto stabilito dal Tribunale federale: difatti, per l’ottenimento del permesso B, non sarà più necessario dimostrare di avere un reale domicilio in Ticino.

VUOI LEGGERE DI PIÙ?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere GAS scopri le possibilità

Sei socio o hai già un abbonamento? Effettua l'accesso

[lwa]

Read more

Lasciate riposare in pace Marco Borradori

La morte di Marco Borradori è stata tutto fuorché la morte di Marco Borradori. Dall’annuncio della sua dipartita, alla veglia, fino all’ultimo saluto, la sua figura è stata utilizzata e strumentalizzata, da più parti, per mero opportunismo politico o per semplice voglia di emergere. Ultimo in ordine di apparizione, il Dottor Werner Nussbaumer che, durante la trasmissione di TeleTicino “Matrioska”, ha affermato che il sindaco di Lugano sia morto per colpa del vaccino.

Read more

Srebrenica: le colpe dell’indifferenza

C’eravamo ripromessi che non sarebbe più successo quando, il 27 gennaio del ’45, l’Armata Rossa entrò ad Auschwitz e scoprì l’Orrore. “Mai più guerre, mai più campi di concentramento” dicemmo alla fine di quel confitto che più di tutti aveva calpestato e reso nulla la vita umana. Eppure, cinquant’anni dopo, sempre nel cuore d’Europa, 8372 uomini troveranno la loro morte in una esecuzione di massa. Era l’estate del ’95, in ex Jugoslavia c’era la guerra è il culmine fu a Srebrenica, in cui avvenne il genocidio. Fra l’indifferenza di ieri e oggi, ecco perché è importante ricordare ciò che successe nella città bosniaca. Anche qui.

Read more