La mia famiglia toccata dal virus

Mio zio abita a Novara, in Piemonte, ha più 70 anni e alle spalle diversi giorni di febbre alta. Ammalato lui e ammalata anche sua moglie, compagna di una vita. Tutte e due a casa senza contatto fisico con nessuno, né figli, né parenti, solo il medico che dopo diversi giorni di febbre alta, quando è sopraggiunto l’affanno, ha deciso di ricoverarlo. Lui in ospedale, lei a casa da sola perché non è così grave. Prima il sospetto, poi la conferma via WhatsApp “lo zio ha il coronavirus”.

Read more

La vittima e la cura

Una serie di articoli su TIO che riguardano il triste e spaventoso caso di abusi sessuali nel Bellinzonese da parte di una coppia nei confronti dei due figli, lasciano ancora più l’amaro in bocca, per il tono e le parole. Chi ha scritto, ha scelto di usare parole pesanti, di narrare minuto per minuto la violenza subita, dimenticandosi della persona, della vittima.

VUOI LEGGERE DI PIÙ?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere GAS scopri le possibilità

Sei socio o hai già un abbonamento? .

Read more