Studenti, depressi quasi la metà

In Svizzera, un rapporto dell’Ufficio federale di statistica, ha fotografato lo stato di salute dei nostri giovani studenti universitari nel corso del 2020, quindi in piena pandemia. È il dato che ne emerge è a dir poco allarmante. 4 ragazzi su 10 hanno raccontato di aver accusato la situazione, manifestando sintomi depressivi e ansia. A tutto ciò va poi aggiunto il senso di solitudine accentuato dalle misure imposte per contenere la diffusione del Covid-19. Eppure, malgrado ci si trovi di fronte ad un’altra emergenza, non meno grave di quella pandemica, le armi fin qui adottate per affrontarla, sembrano armi spuntate.

Read more

Senza Netflix è un gran sacrificio

“Netflix vietato in caso di penuria, scoppia la rabbia” titola TIO. Fonte di tanto disagio, le paventate misure di austerity energetica proposte dal Consiglio federale. Una levata di scudi si è avuta dalla società civile ormai schiava delle serie tv e dai soliti politici che cavalcano il disagio e la rabbia popolare. Qualcuno si è fermato a pensare cosa voglia dire? Ne dubito.

Read more

Per l’energia… e così sia

Ve le ricordate le precedenti raccomandazioni del Consiglio federale riguardo alle misure da adottare per risparmiare energia, in particolare quella elettrica? Il consiglio più divertente di tutti era stato senza dubbio quello di fare la doccia in compagnia. Certo. Ma ora, con le nuove disposizioni che potrebbero essere prese in considerazione di fronte a una seria mancanza d’energia si sfiora quasi il ridicolo. E si va dal limite a 100 km/h di velocità in autostrada al divieto di fare il bucato a più di 40 gradi e via di questo passo. Tanto discutere ha fatto anche la limitazione dello streaming che vorrebbe dire fare ciao-ciao con la manina a Netflix. Ma è davvero questo l’approccio da adottare? 

Read more

Ticino, un tappeto che si sfilaccia

Ma davvero ci credevate? Alle piazzate di Morisoli e compagnia? Molti di voi hanno votato per il pareggio di bilancio (56% di sì a maggio di quest’anno). Un pareggio che chiede sacrifici, inutile girarci in giro, ai meno fortunati. Un pedaggio che, nascosto dietro il rigore dei conti, significa solo una cosa: togliere ai poveri quello che permette loro di tirare avanti.

Read more