La prova del capuns

Orbene, stasera Sabrina ed io abbiamo cenato in albergo, qui a Vals, nella Lumnezia.

Arriva la carta e, come al solito, ognuno tuffa il naso nel proprio menu e tacciamo per diversi minuti. Poi, come al solito , lei fa: “cos’hai visto?” Io accenno a un antipasto ma subito mi interrompe: “non ho mai assaggiato i capuns”.

Per citare Gaber io ho avuto un sobbalzo nella regione epigastrico-duodenale, che a giusta ragione può essere anche chiamato “paura”. Sì perché io invece, i capuns li avevo già assaggiati una quindicina di anni fa e li avevo digeriti da poco.

Ma come si fa a deludere la splendida compagna di una splendida giornata? Quindi no problem: antipastino leggero e capuns per due, vai!

Read more

La forza della poltrona

Ve lo ricordate il Salvini che urlava contro la dittatura sanitaria? Bene, adesso scrive che il lockdown che inizia domani (perché è un lockdown, anche se nessuno lo chiama così, come se cambiandogli nome la faccenda fosse diversa) è “l’ultimo sacrificio” e che “risorgeremo dopo la Santa Pasqua”. Cioè: lui fino alla settimana scorsa andava in piazza a protestare assieme ai ristoratori per chiedere al governo (cioè a lui stesso) di aprire i ristoranti pure la sera, e oggi chiudono tutto.Non solo la sera, sempre. Però, adesso (una settimana dopo, lo ricordiamo) è diventato “un sacrificio necessario”. E i famosi dpcm di Conte che “scavalcavano il Parlamento” – “È DITTATURA!”?

Read more

Fatevene una ragione

Avevo 19 anni e qualche giorno quando ho lasciato il mio paese, Castellammare del Golfo.
Lì per tutti ero “u masculazzu”, il maschiaccio!
Perché alcuni ero un errore, per altri un pettegolezzo sulla bocca di molti. Ieri a Sanremo è questo che è avvenuto.
Achille Lauro ha semplicemente dato un bacio a un altro uomo.
Cosa toglie, o aggiunge, quel bacio a una persona etero?
Nulla.
Eppure oggi è tutto un parlare di “lobby gay”, “dittatura del gender” e bla bla bla.

Read more

Se sei una S, M, L, va bene, ma prova ad essere una XL una XS

Cara Noemi,
Sanremo è alle porte e già in tanti dicono che questo sarà il tuo Sanremo. Giovedì una tua bellissima foto campeggiava in edicola sulla copertina di Vanity Fair: appari raggiante, rinata. La ragione? Sei dimagrita. La tua copertina dice ‘Il mio corpo libero’. Mi sono chiesta se fosse la ciccia a tenerti in ostaggio. Quindi ho letto con attenzione tutta l’intervista.

Read more

Non esprimerò solidarietà

Non esprimerò alcuna solidarietà a Giorgia Meloni. E non la esprimerò nonostante- come ovvio- mi faccia orrore il linguaggio del professore Giovanni Gozzini, che sconterà il suo errore come è giusto che sia. Nonostante mi faccia orrore chiunque diffonda l’odio attraverso il linguaggio. Anzi. Nonostante e proprio in virtù di ciò, non esprimerò solidarietà a Giorgia Meloni.

Read more

Sono una donna svizzera

Caro Marco Chiesa,
sono una donna svizzera di sinistra, vorrei chiederle cosa voi dell’UDC avete in programma per liberare tutte quelle donne apparentemente emancipate, che con la complicità del nostro sistema giuridico sono sottomesse al controllo coercitivo di uomini svizzeri. So che avete a cuore che si dia la precedenza ai cittadini svizzeri, vale anche per noi cittadine? Perché allora tutto questo lodevole impegno nei confronti di una trentina di portatrici di Burqa e Niqab islamiche, quando milioni di noi svizzere, atee, cristiane o di ogni credo, attendiamo di venire liberate dal velo invisibile del patriarcato made in Switzerland? Perché anche noi a casa nostra vogliamo sentirci sicure!

Read more

Amateci uguale, dai. Buon SanVa

La donna la immagino come quelle sfere da discoteca con gli specchietti, che rifrange la luce in mille direzioni, girando sul suo asse e facendo anche un po’ girare la testa. La sfera da discoteca che ti inebria un po’ i sensi e ti fa sentire su di giri. Le donne, anche quelle che apparentemente sembrano poco “sfaccettate”, anche quelle…la sfera con gli specchietti ce l’hanno dentro. Ma c’è, c’è e non si discute che ci sia. Gli uomini li vedo come dei cubi. Bei cubi lucidi con le loro facciate a piombo, con gli angoli retti. Roba da architetto divino. Contengono cieli, mari, mondi interi. Contengono il bambino, il sogno, la quotidianità. Contengono anche l’Amore. E molti cubi sono convinti – la geometria non sembrerebbe opinabile – che un cubo possa contenere una sfera. Una sfera da discoteca con gli specchietti che gira intorno al suo asse immaginifico.

Read more