Elijah McClain, come Floyd

“Non riesco a respirare. Ho qua la mia carta d’identità. Abito proprio qui. Mi chiamo Elijah McClain. Stavo solo tornando a casa. Sono introverso, sono soltanto diverso. Non ho armi, non faccio quella roba. Non faccio risse. Perché mi state attaccando? Non uccido neanche le mosche! Non mangio neanche la carne. Ma non giudico le persone, non giudico quelli che la mangiano. Perdonatemi, sto solo cercando di migliorare. Mi dispiace, perdonatemi, le sto provando tutte per migliorare. Farò tutto quello che volete. Siete fenomenali, fortissimi, vi voglio bene. Voglio bene a tutti. Mi dispiace. Mi dispiace. (Piange) mi dispiace. Ho provato a non farlo. È solo che non riesco a respirare bene. (Vomita per via della pressione sul collo e sul petto)”

Read more

Nole, solo un fenomeno, mai una leggenda

Novak Djokovic, attuale numero uno delle classifiche mondiali, ha passato gli ultimi dieci anni a vincere tutto quello che c’era da vincere su un campo da tennis e il resto del tempo a chiedersi perché, nonostante tutto questo, gli appassionati di tutto il mondo non lo hanno mai considerato all’altezza degli altri due: Roger e Rafa. Perché lui è considerato un fenomeno, e loro leggende?
Alla fine la risposta ce l’ha data lui stesso, al termine di quattro mesi di follie, deliri e arroganza oltre ogni limite e tolleranza.

Read more

Ora sei tu il cattivo

Le storie con cui siamo cresciuti ci hanno insegnato a valorizzare altre persone e culture e a far tesoro delle differenze tra noi. Solo i cattivi erano xenofobi, sessisti, razzisti o totalitari. Non riesco a capire come qualcuno possa non arrivarci.
Se ti consideri un fan di tutte queste cose, ma pensi ancora che la comunità LGBTQ + sia troppo sfacciata o fastidiosa, o hai un problema con Black Lives Matter o desideri “riprenderti il paese dagli immigrati”, allora non sei un fan di nessuna di queste cose

Read more

Mezzo milione di dettagli sfuggiti a Fontana…

Oh, ci mancava. Grazie a Report salta fuori un’altra gran bella pagina dell’amministrazione Fontana. È infatti venuto fuori un fatto curioso: la Regione Lombardia, ad aprile, ha deciso di acquistare camici e vestiario inerente all’ambito sanitario per la bellezza di mezzo milione di euro.
Con affidamento diretto ad una società.
Ad una società riconducibile a moglie e cognato di Attilio Fontana.

Read more