Cara Svizzera, ti scrivo

Cari lettori,

Cara lettrice che ci hai scritto inviandoci la tua bella e struggente letterina di Natale, grazie. Grazie di cuore a tutti voi che siete la nostra linfa e la ragione per non mollare. Per continuare a scrivere e a raccontare il mondo che ci sta attorno. È bello sapere che GAS non parla al vento, né ai muri o al deserto. Così, anche se la festa in questione è già passata da qualche giorno – perdonaci – vogliamo comunque pubblicare la tua lettera e condividerla. Per non sentirci soli. E perché come cantavano Luca Carboni e Jovanotti “O è Natale tutti i giorni, o non è Natale mai.”

Perciò ancora e sempre buon Natale e buon anno a te, amica cara.

Grazie per averci raccontato la tua storia.

Buon Anno a voi lettori!

Read more

C’era da aspettarselo

Se ripercorriamo le fasi di ciò che si voleva fosse un’opera lirica e si è trasformata in uno “scherzo”, possiamo leggere e costatare, con un sentimento di grande frustrazione, tutta la debolezza e l’incoerenza del Governo, del Municipio di Bellinzona e dei partiti che hanno abbandonato nelle mani di un piccolo movimento politico di sinistra una lotta che per un esito positivo esigeva l’unità d’intenti di tutto il Cantone.

Read more