Estate del 1958: la SAFFA e Iris von Roten

Nell’estate del 1958 si tenne a Zurigo la seconda esposizione nazionale del lavoro femminile (SAFFA). Si è trattato di un importante momento di collaborazione femminile svizzera, con l’obiettivo di guadagnare fiducia presso l’elettorato maschile per la concessione del diritto di voto. La SAFFA è stata progettata solo da donne con concetti innovativi. Ed è stata un successo economico tanto che oggi esiste ancora una cooperativa che eroga dei prestiti a progetti imprenditoriali femminili.

Read more

L’iniziativa 99% contro gli assunti fasulli del neoliberismo

In ambito di disuguaglianza sociale vi è un concetto che ancora oggi rende giustificabile la distanza che separa i più ricchi dai più poveri: la teoria del gocciolamento della ricchezza dall’alto verso il basso grazie alla quale la fascia più agiata della società viene sgravata a livello fiscale. Noto sin dall’era Reagan, l’assunto economico afferma che regali fiscali ai più abbienti porta all’aumento di investimenti e alla creazione di nuovi posti di lavoro. Tale teoria non ha mai trovato riscontri nella realtà, eppure non è ancora considerata superata nemmeno dalla politica e dall’economia svizzera.

Read more

Marcare la differenza vs poltrone

Un memorabile disastro del bon ton? In realtà io non so che cosa avrei fatto se fossi stata al posto di Ursula von der Leyen. So che, sapendomi donna in un contesto pensato da e per uomini, altro non avrei potuto fare, se non adattarmi a ruoli e spazi pensati al maschile. Ergo accomodarmi sul divano. Ursula, stammi a sentire, lascia perdere le poltrone mancate e libera la mente dalla soggezione ad un contesto che sin qui, con buona probabilità, hai ritenuto essere neutro e che invece neutro non è.

Read more

Otto marzo 2021, tra passato, presente e futuro.

Una scadenza, quella dell’8 marzo, che invita a tornare a ragionare sul femminismo. Su quello decollato in tempi migliori di questi e che ha portato le donne fin qui. Tempi che sono cambiati, ovviamente. Tanto quanto basta perché si possa parlare di un cambio di civiltà. I principali fattori del cambiamento sono noti: la rivoluzione del digitale da un lato, che ha modificato il nostro modo di relazionarci – ciò che rendeva reale il reale non esiste più – e il trionfo del capitalismo finanziario globale dall’altro.

Read more

No all’accordo di libero sfruttamento dell’Indonesia

Si avvicinano le votazioni popolari del 7 marzo riguardanti l’accordo di libero scambio tra i paesi dell’EFTA, tra cui la Svizzera, e l’Indonesia. La campagna è dominata dal tema dell’olio di palma, un prodotto ecologicamente insostenibile la cui concorrenza metterebbe sotto forte pressione i produttori di oli vegetali svizzeri, ma questa non è affatto l’unica ragione per respingere questo accordo di libero scambio.

Read more

Come va in Palestina?

Come va in Palestina? Male. Come andrà in Palestina domani? Peggio. In due parole questa è l’attuale situazione in Palestina. A turno i presidenti americani hanno fatto a gara a chi offre maggiori aiuti e sostegno militare a Israele. All’ONU, durante il periodo Trump, gli USA hanno continuato a porre il loro Veto per bloccare ogni risoluzione di condanna di Israele. Il presidente Trump ha persino bloccato gli aiuti all’agenzia ONU per i profughi palestinesi UNWRA, ha spostato l’ambasciata USA a Gerusalemme e ha convinto alcuni paesi arabi ad abbandonare i palestinesi al loro destino.

Read more