Marcare la differenza vs poltrone

Un memorabile disastro del bon ton? In realtà io non so che cosa avrei fatto se fossi stata al posto di Ursula von der Leyen. So che, sapendomi donna in un contesto pensato da e per uomini, altro non avrei potuto fare, se non adattarmi a ruoli e spazi pensati al maschile. Ergo accomodarmi sul divano. Ursula, stammi a sentire, lascia perdere le poltrone mancate e libera la mente dalla soggezione ad un contesto che sin qui, con buona probabilità, hai ritenuto essere neutro e che invece neutro non è.

Read more

Otto marzo 2021, tra passato, presente e futuro.

Una scadenza, quella dell’8 marzo, che invita a tornare a ragionare sul femminismo. Su quello decollato in tempi migliori di questi e che ha portato le donne fin qui. Tempi che sono cambiati, ovviamente. Tanto quanto basta perché si possa parlare di un cambio di civiltà. I principali fattori del cambiamento sono noti: la rivoluzione del digitale da un lato, che ha modificato il nostro modo di relazionarci – ciò che rendeva reale il reale non esiste più – e il trionfo del capitalismo finanziario globale dall’altro.

Read more

No all’accordo di libero sfruttamento dell’Indonesia

Si avvicinano le votazioni popolari del 7 marzo riguardanti l’accordo di libero scambio tra i paesi dell’EFTA, tra cui la Svizzera, e l’Indonesia. La campagna è dominata dal tema dell’olio di palma, un prodotto ecologicamente insostenibile la cui concorrenza metterebbe sotto forte pressione i produttori di oli vegetali svizzeri, ma questa non è affatto l’unica ragione per respingere questo accordo di libero scambio.

Read more

Come va in Palestina?

Come va in Palestina? Male. Come andrà in Palestina domani? Peggio. In due parole questa è l’attuale situazione in Palestina. A turno i presidenti americani hanno fatto a gara a chi offre maggiori aiuti e sostegno militare a Israele. All’ONU, durante il periodo Trump, gli USA hanno continuato a porre il loro Veto per bloccare ogni risoluzione di condanna di Israele. Il presidente Trump ha persino bloccato gli aiuti all’agenzia ONU per i profughi palestinesi UNWRA, ha spostato l’ambasciata USA a Gerusalemme e ha convinto alcuni paesi arabi ad abbandonare i palestinesi al loro destino.

Read more

Multinazionali irresponsabili e l’impotenza della Confederazione

La Svizzera è l’unico paese europeo a non disporre di una legislazione che regolamenti la responsabilità delle multinazionali verso l’ambiente e la tutela dei diritti umani. Ad oggi il Consiglio federale si accontenta di esprimere una lista di comportamenti attesi o di esigere rapporti di responsabilità sociale, misure volontarie che non garantiscono un’agire responsabile delle multinazionali.

Read more

Aumento premio cassa malati, cosa può fare il Cantone?

Nulla vieta al Cantone di istituire una Cassa malati cantonale. Magari fornendo una riduzione “automatica” del premio per ridurre la burocrazia. La Cassa malati cantonale potrebbe essere basata sul modello managed care, un sistema dove il paziente è guidato dal proprio medico di riferimento all’interno di una rete di operatori selezionati. Nel contempo l’ente pubblico potrebbe fornire servizi ambulatoriali tramite dei centri della salute.

Read more