Pedofilia e Chiesa, la breccia nel muro

Pedofilia e Chiesa, la breccia nel muro

Di Marco Narzisi

Dopo anni di silenzi sui casi di pedofilia nel clero sotto i pontificati di Giovanni Paolo II e, parzialmente, di Benedetto XVI (il primo, a onor del vero, a istruire processi), Papa Francesco nei giorni scorsi ha aperto un’ulteriore breccia nel muro di omertà: dopo la legge del marzo scorso che stabiliva l’obbligo di denuncia penale e il licenziamento dei colpevoli, Bergoglio ha abolito il segreto pontificio sui casi di pedofilia. In sostanza, ciò implica che da ora le autorità giudiziarie civili di Paesi terzi, prima fra tutte l’Italia (non dimentichiamo, infatti, che la Città del Vaticano è uno Stato sovrano), potranno accedere ai documenti dei procedimenti già avviati in ambito di diritto canonico. La seconda decisione, non meno importante, è l’innalzamento da 14 a 18 anni dell’età delle vittime al fine di configurare il reato di pedopornografia, innalzato inoltre a reato grave, che riguarda “l’acquisizione o la detenzione o la divulgazione, a fine di libidine, di immagini pornografiche di minori di diciotto anni da parte di un chierico, in qualunque modo e con qualunque strumento”. Fatto non meno importante, dicevamo, nella misura in cui si succedono i casi di sacerdoti…

Il Personaggio

George Pell, dalle casse del Papa alla cella

La vicenda del cardinale australiano George Pell, ex primo prefetto della Segreteria Economica vaticana (sostanzialmente una “tesoreria”), è uno dei casi più eclatanti degli ultimi anni circa la pedofilia nel clero. Pell è attualmente in carcere, condannato a 6 anni, confermati in appello, per gravi abusi su due 13enni, compiuti quando era parroco di Melbourne.

In cifre

Pedofilia e clero, le cifre

Alcune cifre sul fenomeno della pedofilia nella Chiesa Cattolica

Il Video

“Spotlight”, il racconto dell’inchiesta sui preti pedofili

“Il caso Spotlight”, premio Oscar nel 2016, è il film che racconta l’inchiesta del Boston Globe che scoperchiò il calderone degli abusi dei sacerdoti negli USA.

Approfondimento

Sacerdoti e abusi, i perché del fenomeno

Al di là delle ovvie polemiche sugli insabbiamenti dei casi di abusi su minori da parte di sacerdoti cattolici, la Chiesa e in generale la società civile è tuttora alle prese con un grosso interrogativo: cosa spinge un prete a compiere atti sessuali con fanciulli? Esiste una correlazione fra sacerdozio e attrazione verso i minori, sia essa pedofilia, ovvero rivolta a bambini in età prepuberale…