Usa: chi paga per la morte di Daniel?

Daniel Prude, quarantunenne afroamericano con disturbi mentali, fu immobilizzato a terra da alcuni agenti, nel marzo del 2020: ammanettato e incappucciato, venne trattenuto a terra con il volto e il corpo brutalmente premuti sull’asfalto, sino a perdere i sensi. Un Gran Giurì ha stabilito che nessun poliziotto risulta meritevole di alcuna incriminazione.

Read more