Libertà d’obiezione

Cari Roby e Lilli, siete liberi di credere, pensare, dire. Siete liberi di sbagliare, giudicare, far uscire il peggio di voi, in questa società democratica. Allo stesso modo, pure io sono altrettanto libera di rispondere a ciò che credete, pensate, dite. Sono libera di farvi notare il vostro errore, di controbattere al vostro giudizio e di dissentire quanto da voi espresso. Siamo liberi e – proprio perché baciati da questa fortuna – abbiamo delle responsabilità. È così che funziona il “gioco” in questa società democratica.

Read more