Mondiali: se la Rsi prende un granchio

L’inconfessabile fascino dei Mondiali consiste nel fatto che chi gareggia si gioca tutto in un giorno, anzi in un attimo che lui non ha scelto; e in quel momento deve comunque andare oltre il 100%, non ha nessun margine di sicurezza: pertanto il paradosso è che le medaglie non vanno necessariamente al miglior sciatore, ma a chi ha la maggior forza mentale: fra tutti gli slalom che ho visto in 40 anni quello di ieri a Cortina è stato il più crudele: grandi slalomisti (Noël, Schwarz, Jakobsen, i nostri Meillard e Aerni) lanciatissimi hanno inforcato sul più bello, anche l’italiano Gross, che era solo un outsider ma che era nettamente in vantaggio.

Read more