Oetzi, tra maledizione e realtà

Quando si dice mummia, la maggior parte di noi, pensa subito all’antico Egitto oppure a un qualche film horror degli anni cinquanta. A pensarci bene, la mummia, nell’immaginario collettivo non è altro che un lontano parente dello zombie. Una specie di non morto. Immancabile poi, manco fosse una sorta di certificato di garanzia, è la maledizione che accompagna ogni mummia che si rispetti. Eppure Oetzi, la mummia ritrovata per caso sul ghiacciaio del Similaun trent’anni fa, al confine tra le montagne del Trentino Alto Adige e l’Austria, è anche tanto altro. Di certo non solo superstizione. In questi tre decenni, grazie alla scienza, Oetzi ci ha raccontato cose straordinarie riguardo alla vita dell’uomo di 5’000 anni fa.

Read more

Ci vuole poco a inquinare molto

Il 5% delle centrali elettriche causa il 73% delle emissioni di gas serra prodotto dall’insieme di tutte le centrali elettriche del mondo. Andando quindi a colpire in maniera mirata proprio quelle centrali elettriche che, in ogni nazione, indossano la maglia nera, si potrebbe ottenere un abbattimento considerevole della produzione di anidride carbonica e di altri gas serra, con enormi benefici a livello globale. Facile no?

Read more

Il Duce non dorme mai

Il 23 settembre, veniva fondata la repubblica di Salò, ultimo baluardo della cieca fede fascista. Perciò di Camillo Berneri, filosofo, scrittore e anarchico italiano morto sul fronte antifascista spagnolo, ho riletto in questi giorni alcuni interessantissimi passi del saggio “Mussolini grande attore”, una ristampa riveduta e ampliata dell’edizione “Mussolini psicologia di un dittatore”: già alcuni titoli dell’indice offrono spunti emblematici tipo “Il Barnum degli dei”, “Il tribuno”, “Il mito del demiurgo” , “Il superuomo” e “L’attore – regista”

Read more

Qualcosa in questa città si è rotto

Era il 1981, quando John Carpenter consacrava all’Olimpo del cinema la pellicola “1997 fuga da New York” film distopico e catastrofico, in cui il mercenario “Jena” Plissken, era costretto a liberare il presidente Usa caduto in volo entro il perimetro di Mantthan, diventata un carcere a cielo aperto. Un mondo di violenza e brutalità, una storia cupa e angosciosa.
Rodolfo Pulino, ex Consigliere comunale leghista, commenta i fatti del parco Saroli, dove la polizia, qualche giorno fa, ha disperso un centinaio di giovani. Non è importante la militanza politica (Pulino era leghista e precedentemente comunista) è importante il concetto che la persona trasmette. Pulino non è “Jena Plissken”, ma come lui testimone di fatti sgradevoli e che mettono un serio punto interrogativo sulla gestione poliziesca della città.

Read more

La guerra di Greenpeace continua

Ci vuole senza dubbio un pizzico di follia e d’incoscienza per navigare controcorrente opponendosi alla distruzione del Pianeta, ma è esattamente quello che una dozzina di attivisti cercò di fare nel settembre del 1971 quando partì in nave con destinazione Amchitka, in Alaska, per impedire il test di una bomba atomica. Fu così che nacque Greenpeace. Accadeva mezzo secolo fa. E oggi, a cinquant’anni di distanza, la sfida continua per una fondazione che conta uffici regionali e nazionali in 21 Paesi e può vantare quasi tre milioni di sostenitori che pagano affinché Greenpeace continui a operare in favore dell’ambiente.

Read more