Giù le mani dal mio fucile

Non c’è che da esserne fieri di come l’attaccamento degli svizzeri alle armi abbia in men che non si dica permesso di raccogliere la bellezza di 125’000 sottoscrizioni. Firme consegnate giovedì al Governo affinché l’attuale legge in materia di armi non venga neppure sfiorata, ma soprattutto non venga fatto adeguandola a quelle che sono le imposizioni in tal senso avanzate dall’Europa, dalle normative comunitarie.

Read more

Pedofilia, l’Orco può essere chiunque

Il caso del granconsigliere sangallese condannato per tentata pedofilia sul Web dimostra una cosa: che l’Orco non è necessariamente un disagiato sociale o un poveraccio, e che tali comportamenti possono venire da chiunque, dall’idraulico a, appunto, un personaggio politico, non esiste una fascia sociale esente da questa piaga. La soluzione, al netto dei moralismi e dei divieti, resta l’educazione dei giovanissimi a un uso consapevole della Rete e a reagire in modo adeguato alle minacce.

Read more

Che Botta! Caro Mario, ti scrivo…

”Caro Mario, con l’iniziativa da te sostenuta non avresti potuto realizzare né la Cappella sul Monte Tamaro, né il Fiore di Pietra sul Monte Generoso”. Inizia così la letterina scritta dall’ex presidente del PLR Rocco Cattaneo all’archistar e amico Mario Botta che inaspettatamente s’è espresso a favore della cosiddetta Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti.

Read more

Il terrorista svizzero in regalo a Salvini?

Adesso la Lega tira in ballo Alvaro Lojacono Baragiola, ex terrorista delle Brigate Rosse, che ha scontato 17 anni in Svizzera. “La Svizzera consegni Baragiola all’Italia!” tuonano i legaioli. Questo fatto ha esattamente la stessa valenza di quando si parlava dei frontalieri che insultano gli svizzeri. “Togliamogli il permesso di lavoro!” berciavano Lorenzo Quadri e Massimiliano Robbiani. Questi fatti sono simili, perché?

Read more

Prendi i soldi e scappa e… oops!

A furia di vederti passare montagne di soldi sotto al naso poi sbrocchi, ti convinci che è arrivato anche per te il momento di svoltare.È esattamente questo quello che deve aver pensato quel giovane del Mendrisiotto, poco più che trentenne, in passato militante a Mendrisio e poi a Stabio nelle file della Lega, il cui sogno era svoltare, cambiare pelle, vivere da nababbo altrove, farsi una nuova vita con una nuova identità. Coi soldi sottratti ad alcuni suoi clienti, grossomodo 15 milioni di franchi. Mica spagnolette.

Read more

Quel libretto cucito su un bimbo affogato

Aveva la pagella cucita nel vestito quel ragazzino. Il suo unico tesoro, il suo viatico per un’altra vita. C’erano delle belle note su quel libretto, andava bene a scuola questo ragazzino, e probabilmente credeva che arrivando in Europa quei numerini accanto alle materie di studio gli avrebbero aperto qualche porta in più. Guardate quel bambino affogato negli occhi bianchi, leggete il suo libretto, leggete la sua speranza che si è infradiciata negli abiti frusti. Leggete quello che il mare si è mangiato tra l’acqua e il sale.

Read more

Ti tolgono la patente, colpa del medico?

te.Secondo le demenziali teorie del Mattino della Domenica, il medico del traffico sarebbe stato creato dalla “partitocrazia” per vessare gli automobilisti. A nessuno piace essere beccato con le mani nel sacco, e ognuno di noi ha l’erronea certezza di subire un sopruso. “andavo solo a venti chilometri più del limite, “avevo bevuto solo due bicchieri”. “…mi ero distratto un attimo perché avevo sonno.”

Read more

Storia di un vibratore

È un vibratore grigio, con una parte dorata, non vi dico quale. Si chiama “Osé”. La notizia è che questo vibratore aveva ricevuto un prestigioso riconoscimento: il premio per l’innovazione tecnologica e il design della Consumer Technology Association, assegnato durante la fiera internazionale dell’elettronica di Las Vegas. Qualcuno però si è reso conto che dare un premio a un vibratore forse non andava bene e allora il premio il vibratore non l’ha ricevuto più. Apriti cielo.

Read more