Aziende sussidiate licenziano: “Non ci stiamo”

Tre deputati al Gran Consiglio ticinese, il socialista Fabrizio Sirica, il leghista Omar Balli e il Verde Marco Noi chiedono in un’iniziativa parlamentare che la Legge per l’innovazione economica (Linn) sia modificata se le aziende che ne beneficiano non rispettano determinate condizioni. Sirica e i suoi colleghi fanno esempi concreti di abusi commessi in Ticino.

Read more

Stefano Artioli a Falò, la cosa puzza

Non siamo gli unici ad essere perplessi, per la trasmissione di ieri sera a Falò. Nel programma di informazione e inchiesta è stato ospitato l’immobiliarista Stefano Artioli, facendo una sviolinata al suo libro “Meno trenta” che preconizza la Lugano del futuro.

VUOI LEGGERE DI PIÙ?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere GAS scopri le possibilità

Sei socio o hai già un abbonamento? .

Read more

L’America che non ci raccontano

Senza voler essere complottari e cominciare a dire che i media fanno passare una sola realtà, vogliamo ricordare che le proteste statunitensi che sono seguite alla morte di George Floyd, non sono solo incendi e saccheggi.

Molti atti, pensieri, azioni, molti bei gesti, puliti, gentili e costruttivi, passano giocoforza sotto silenzio, surclassati dalle violenze, che fanno di certo più notizia.

Read more

Qualcosa là fuori: il disastro climatico

Ogni tanto, quasi per caso, capita di leggere un romanzo che non ti aspetti, che avevi immaginato diverso. È il caso di “Qualcosa là fuori” di Bruno Arpaia, (Guanda), che racconta di un mondo nella seconda metà di questo secolo. Il mondo è ormai devastato dal disastro climatico e buona parte del pianeta è invivibile: l’acqua è un bene prezioso, il cibo una rarità, la violenza all’ordine del giorno. Come evidenzia l’autore nella postfazione, il mondo descritto è quello ipotizzato dagli scienziati nell’ipotesi in cui non si faccia nulla o troppo poco per cercare di salvare il nostro futuro e quindi la temperatura si avvicinerà alla soglia di allarme (e irreversibile) dei 4 gradi centigradi.

Read more

C’è del razzismo nell’aria?

“I can’t breathe”. Sembra davvero questo il mantra del nostro tempo. Non respiro, non riesco a farlo. Se per via del caldo, del virus o di un ginocchio piantato sul collo è, tutto sommato, un dettaglio. Paradossalmente la conclusione rimane la stessa. Sia che si tratti di surriscaldamento climatico o di razzismo. Pensiamoci. E la causa pure. George Floyd non sarà l’ultima vittima del razzismo che trasuda dalle nostre società. George Floyd non sarà l’ultimo uomo a essere soffocato a morte dal sistema.

Read more

Profughi in Svizzera all’esame del Nazionale

Domani 3 giugno, la sessione estiva del Consiglio nazionale esaminerà la mozione “Accogliere profughi dalla Grecia e riformare l’accordo di Dublino” depositata dal Collettivo “Evacuare ora”. Lo scorso mese di aprile – ne avevamo scritto – il movimento di sostegno aveva chiesto al Consiglio federale di portare in Svizzera il maggior numero di rifugiati accampati nei lager delle isole greche del Mar Egeo.

Read more