Si fa presto a dire dittatura

Il braccio di ferro tra no vax e green pass si è fatto sempre più serrato. Chi non si è ancora vaccinato oppure non ha la minima intenzione di farlo perché il virus non esiste, è tutta una manipolazione, oppure perché immunizzarsi non serve a nulla e il vaccino che c’inoculano è sperimentale, pericoloso, si sente ogni giorno più costretto in una morsa che lo sta privando della propria libertà. Del proprio diritto alla vita. Nella vicina Italia, a riversarsi negli scorsi giorni nelle piazze al grido di “libertà, libertà” per protestare contro quella che definiscono una “dittatura sanitaria” sono state diverse migliaia di persone. Ma proviamo a capire chi sono.

Read more

Tahiti, Macron si scusi per Mururoa

Quali sono stati i reali effetti degli esperimenti nucleari condotti nella Polinesia francese tra il 1966 e il 1996? Definire sconfortanti le conclusioni dell’inchiesta balzata agli onori delle cronache a marzo (leggi qui) è ancora poco. Dall’indagine denominata “Toxique” condotta dall’ONG Disclose emerge che, per decenni, il governo francese ha bellamente sottostimato i danni ambientali e le conseguenze sulla popolazione dei test nucleari effettuati a Mururoa. Lo sa bene anche Emmanuel Macron, proprio in questi giorni, in visita a Tahiti. Da più parti ci si aspetta che il presidente francese si scusi per quanto è accaduto.

Read more

Philip Morris, stop sigarette?

Di recente Jacek Olczak, l’amministratore delegato della multinazionale americana del tabacco che ha il suo quartier generale operativo a Losanna, ha spiazzato tutti affermando che il tabacco dovrebbe essere trattato come le auto a benzina, che saranno vietate dal 2030. Dunque basta sigarette? Ma è mai possibile che un’azienda da 80 miliardi di dollari di fatturato e più di settantamila dipendenti, con un utile netto di 8 miliardi l’anno, abbia deciso di fare harakiri?

Read more