Fine del mondo, una seconda chance

Dell’Apocalisse che in molti erano convinti sarebbe arrivata il 21 dicembre del 2012, così come veniva predetto dal calendario dei Maya, non c’è stata traccia. Si è quindi trattato della solita bufala? A quanto pare no. Non stando a quanto scrive l’Huffigton Post che nei giorni scorsi ha fatto da megafono ad alcune teorie da qualche tempo a questa parte in circolazione su Twitter. La data esatta della fine del mondo sarebbe stata solo travisata. Non il 21 dicembre di otto anni fa, ma domenica questa. Sì, domenica 21 giugno. Segnatevelo in agenda, fate ciò che dovete, fatelo prima che sia troppo tardi e, poi, ciao.

Read more

Covid 19 in Africa: 25’103 casi in tutto il continente

“Sono cifre ufficiali difficili da verificare”
Ce lo dice Ibrahima Cisse, redattore in capo della rivista “Reflets Suisse-Afrique” pubblicata a Dakar (Senegal) che traccia la panoramica della pandemia nel suo paese e nel continente nero. Stando alle statistiche del Centro africano di controllo e prevenzione delle malattie, aggiornate a martedì 16 giugno, i contagi accertati sono 25’103, i decessi 551 e sono 9493 le persone guarite. Cifre che viste dall’Europa sembrano quasi derisorie.

Read more

Lunga vita a Guccini

Oggi, domenica 14 giugno, Francesco Guccini, uno dei più importanti e amati cantautori italiani, compie ottant’anni. In oltre cinquanta di carriera, Francesco soprannominato “Il maestrone” ha provato a spiegarci la nostra vita raccontandoci la sua (perché “…Siam tutti uguali e moriamo ogni giorno dei medesimi mali”2), narrando storie, dolori, dubbi, sogni e ideali che ancora oggi, forse a maggior ragione oggi, continuano a risplendere, pensieri espressi in parole capaci di affabulare anche chi, a partire dalla fine degli anni Sessanta, non ha avuto le sue canzoni come compagne di viaggio e di vita.

Read more

Il principe dei sottaceti ama l’Italia

Il suo nome per esteso è Emanuele Filiberto Umberto Reza Ciro René Maria. Il poverino, nel suo sito, si riferisce a se stesso con il titolo di sua altezza reale: S.A.R. Emanuele Filiberto di Savoia, Principe di Piemonte e di Venezia. Peccato solo che il nipote dell’ultimo re d’Italia, Umberto II, conti meno del due di briscola o della proprietà Vicolo Corto nel gioco del Monopoli. Principe sì, ma #destoca*zzo, twitterebbero a Trastevere. Infatti entrambi i titoli nobiliari gli sono stati più volte contestati dai restati eredi di casa Savoia e, di reale, c’è solo il fatto che per molti, il principino è solo un picio banana qualunque.

Read more