Il Quadripensiero

Come c’insegna la psicologia sociale che studia l’interazione tra individuo e gruppi, il tartassato tendenzialmente diverrà il peggiore dei tartassatori, seppure in precedenza abbia vissuto con una certa intimità il dolore e quello stesso inferno che anima il Quadripensiero. Di quel Lorenzo che vorrebbe tanto che lo si prendesse a sberle al punto da darle lui a destra e a manca, senza una precisa logica ma solo per il bisogno inconscio di sentirsi odiato e di odiare non sapendo affatto che cosa sia l’amore, la compassione o l’avere un cuore.

Read more

Signora Segre vaff*****o

Un commento rimasto per un giorno sulla bacheca di Quadri. Vergognoso, crudele, offensivo e antiebraico. Però per il tignoso codino è la sinistra a essere antisemita.
Lorenzo Quadri lo sa, anche se probabilmente non gliene frega niente. Lui legge i commenti della sua pagina, non ci prenda in giro. E se non lo fa, sapendo la feccia che spesso gironzola tra le sue gambe dovrebbe farlo.

Read more

Volabass. E quattro!

GAS intervista Christian Demarta, pregevole vignettista cantonticinese, che da ormai quattro anni ci allieta e sollazza con i suoi dizionarietti legati alle locuzioni tipiche lombardo-ticinesi. Nelle librerie in questo momento troviamo il quartogenito di Volabass, serie appunto legata ai modi di dire e alle loro divertenti traduzioni in più lingue tra cui, new entry, quest’anno anche il romancio. Il nuovo lavoro sarà presentato venerdì 14 dicembre alle 18.30 all’aula Magna delle scuole elementari di Grono (in compagnia di Isabella Visetti e Nicola Ferretti della trasmissione “Dialett in sacocia”).

Read more

Uomini neri e cani

“Mi avevano avvertita che avere una famiglia mista avrebbe comportato tante battaglie, ma mai e poi mai, avrei creduto che più si va avanti con gli anni e più si va indietro con l’umanità.”

Le parole scritte sopra sono di Martina, lettrice di un sito online della Maremma, una donna che ha deciso di condividere la vita col suo compagno. Solo che il suo compagno è marrone.

Read more

Liliana Segre e i deliri di Quadri

La misura è colma. Ci dev’essere uno stop a dichiarazioni così imbecilli e spaventose. Se pensavate che Quadri avesse superato il limite dovete ricredervi. Ieri Lorenzo Quadri ha grattato con le unghie la melma del suo secchio, sollevando nuvole di fango maleodorante come non si era mai visto. Ecco perché mi sento anche io, ci sentiamo noi, di chiedere scusa a Liliana Segre, alle vittime dell’intolleranza, chiedere scusa perché noi siamo migliori. Siamo diversi. Non viviamo di astio come Quadri.

Read more