Richiedenti asilo, sepolti vivi, perché?

Malgrado a inizio anno sia giunto da Berna un chiaro stop alle strutture sotterranee adibite ad alloggi per i richiedenti asilo, in Ticino, non ci si è ancora dati una mossa. Si fanno orecchie da mercanti. Nell’attesa di fare qualcosa si naviga placidamente a vista. Ma, comunque sia, nulla di concreto affinché le decine di persone che tutt’ora vivono tumulate sotto terra abbiano modo di potersi trasferirsi in strutture che non mettano a repentaglio la loro salute.

Read more

Il sultano Erdogan comincia a tremare

Domenica 31 marzo 2019 più di 57 milioni di turchi hanno votato per eleggere sindaci e consiglieri comunali; questa è la prima sconfitta alle amministrative per il presidente Recep Tayyeb Erdogan, il cui partito AKP ( Partito della Giustizia e dello Sviluppo) perde le grandi città della costa: Tekirdag, Yalova, Aidin, Hatay, Sinope, Antalya, e Mersin. Perde pure la capitale Ankara e la metropoli Istanbul: incredulo, il suo partito ha subito denunciato irregolarità e chiesto il riconteggio.

Read more

Quaranta alette di pollo

Zurigo, furto in un ristorante di Kilchberg, dopo essersi appropriati del tesoretto, i ladri, sono ancora in fuga e braccati dalla polizia. Purtroppo per loro, non essendo riusciti a violare la cassaforte del locale hanno dovuto ripiegare su 40 chili di alette di pollo. Ma non solo, i malandrini buongustai ci hanno aggiunto per buona misura 20 chili di filetti di coregone, già più pregiati, e 36 bottiglie di rosé.

Read more

Pierino se la piglia con Ceschi

Pierino Marchesi non ha apprezzato quel sondaggio citato dalla RSI che rileva un 60% di svizzeri favorevoli all’accordo quadro. Siccome il sondaggio non è a suo favore, allora è per forza farlocco e alla RSI sono dei babbuini traditori che usano i sondaggini trovati nelle patatine chips per fare notizia. Inoltre le disfatte di Waterloo alle elezioni cantonali non sono catastrofi, ma solo piccoli assestamenti tellurici

Read more

Solidali col collega Mattia Sacchi

Domenica sul Mattino cartaceo, si torna a parlare dell’assoluzione, su denuncia di Bertoli, dell’ex redattore Sacchi, oggi passato alla redazione di Ticinonews. Naturalmente il vile Bertoli viene sbertucciato perché ha deciso di fare ricorso, ma non è questo che ci interessa: in realtà, Sacchi è stato imputato semplicemente perché il responsabile della testata Bignasca lo ha abbandonato come la zavorra di una mongolfiera.

Read more